Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Febbraio;171(1) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Febbraio;171(1):65-7

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia

Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Mensile

ISSN 0393-3660

Online ISSN 1827-1812

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2012 Febbraio;171(1):65-7

 REVIEW

Nuovo potenziale effetto preventivo della taurina sulla formazione dei cheloidi

Fallahzadeh M. A. 1, Mahdavi D. 2, Fallahzadeh M. K. 3, Namazi M. R. 4

1 Shiraz Nephro-urology Research Center, Shiraz University of Medical Sciences, Shiraz, Iran
2 Department of Psychology, University of British Columbia, Vancouver, Canada
3 Shiraz Health Policy Research Center, Shiraz University of Medical Sciences, Shiraz, Iran
4 Shiraz Skin Research Center, Shiraz University of Medical Sciences, Shiraz, Iran

I cheloidi possono evolvere in forme tumorali benigne a causa di una disfunzione nel processo di guarigione della ferita in seguito a danno a livello dermico con eccessiva proliferazione locale di fibroblasti e produzione di collagene. Il TGF-β, una potente citochina pro-fibrotica, gioca un ruolo essenziale nella formazione dei cheloidi. Oltretutto, l’attivazione della cascata di segnalazione dell’ NF-κB, per induzione della produzione di mediatori dell’infiammazione come IL-6 ed NO oltre che per inibizione dell’apoptosi dei fibroblasti locali, è considerato un fattore significativamente determinante nella patogenesi della formazione dei cheloidi. La taurina è un amminoacido semi-essenziale con forti proprietà anti-ossidanti, anti-infiammatorie ed anti-fibrotiche. Suggeriamo che la taurina possa essere un nuovo efficace trattamento per la prevenzione della formazione di cheloidi, determinando l’inibizione della produzione di TGF-β e dell’attivazione della cascata di segnalazione dell’NF-κB.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina