Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 December;170(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 December;170(6):411-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 December;170(6):411-7

lingua: Inglese

Prevalenza di dermatite tra il personale sanitario esposto all’utilizzo di materiali in lattice

Martini A. 1, Sorrentino R. 2, Signorini S. 3, D’Ovidio M. C. 1, Fantini S. 4

1 INAIL –Dipartimento Medicina del Lavoro ex ISPESL, Monte Porzio Catone, Rome, Italy
2 Azienda Ospedaliera S. Camillo-Forlanini Sezione Medicina del Lavoro, Rome, Italy
3 INAIL –Segreteria Tecnico-Scientifica ex ISPESL, Rome, Italy
4 ARES 118 - Azienda Regionale, Emergenza Sanitaria, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. Le allergie sono un importante problema di sanità pubblica, frequente nei luoghi di lavoro con un notevole impatto socio-economico. Migliaia di persone sono allergiche al lattice, ma il problema è particolarmente sentito dai soggetti ad alto rischio quali ad esempio gli operatori sanitari poiché quasi il 50% dei prodotti medicali con cui entrano in contatto contengono lattice. Lo scopo del presente studio è quello di stabilire la prevalenza di DAC (Dermatite Allergica da Contatto) in un gruppo di operatori sanitari, al fine di evidenziare eventuali fattori correlabili all’allergia al lattice e proporre un possibile protocollo sanitario finalizzato all’espressione del giudizio di idoneità lavorativa.
Metodi. Tra gennaio e dicembre 2004, 4.032 operatori sanitari afferenti all’Azienda Ospedaliera S. Camillo-Forlanini di Roma sono stati sottoposti a visita medica periodica, seguendo un protocollo di sorveglianza sanitaria uniforme. Tutti i 4.032 lavoratori hanno ricevuto un questionario da compilare prima di essere sottoposti a visita medica. Lo screening di secondo livello è stato applicato solo ai lavoratori che presentavano un’anamnesi e/o esame obiettivo positivi (visita specialistica allergologica; visita specialistica dermatologica; dosaggio delle IgE specifiche e prick test).
Risultati. Dei 4.032 lavoratori, 623 (15,4%) hanno mostrato quadri clinici potenzialmente connessi con l’uso di guanti in lattice. Di questi, 186 (4,6% dell’intero campione di 4032) presentavano DAC confermata da prick test e IgE specifiche.
Conclusioni. Questa indagine ha confermato che l’incidenza di DAC tra gli operatori sanitari risulta leggermente superiore rispetto a quella della popolazione generale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail