Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Dicembre;170(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Dicembre;170(6):387-96

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia

Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Mensile

ISSN 0393-3660

Online ISSN 1827-1812

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Dicembre;170(6):387-96

 ARTICOLI ORIGINALI

Impatto del diabete mellito di tipo 2 sui disturbi del sonno nei paesi economicamente avanzati

Bener A. 1,2, Al-Hamaq A. O.A.A. 3, Zirie M. 4, Darwish S. 4, Al-Mohammed A. A. 5

1 Department of Medical Statistics and Epidemiology, Weill Cornell Medical College, Hamad Medical Corporation, Qatar
2 Department of Evidence for Population Health Unit, School of Epidemiology and Health Sciences, University of Manchester, Manchester, UK
3 Qatar Diabetes Association and Qatar Foundation, Doha, Qatar
4 Department of Endocrinology, Hamad General Hospital, Hamad Medical Corporation, Doha, Qatar
5 Department of Respiratory and Sleep Medicine, Hamad General Hospital, Hamad Medical Corp., Qatar

Obiettivo. Lo scopo di questo studio è stato quello di osservare l’impatto del diabete di tipo 2 (type 2 diabetes mellitus, T2DM) sulla durata e i disturbi del sonno in un popolazione adulta araba residente nello stato del Qatar.
Metodi. Questo è uno studio caso-controllo. L’indagine è stata condotta in centri di cura primaria urbani e semi-urbani da marzo 2009 ad agosto 2009 su individui di nazionalità del Qatar e di altre nazionalità arabe al di sopra dei 20 anni di età. Lo studio si basa su 539 casi e 548 controlli associati per età e sesso. Sono stati utilizzati la scala di sonnolenza di Epworth e il test di valutazione della qualità del sonno (Pittsburgh Sleep Quality Index).
Risultati. I risultati del presente studio hanno rivelato che la bassa qualità del sonno è significativamente elevata nei pazienti diabetici (73.9%; P<0,001). Inoltre i disturbi del sonno sono significativamente più alti nei pazienti diabetici, in particolar modo in coloro che si alzano durante la notte (75,9%), che vanno al bagno (73,5%) che tossiscono (75%), che russano (60,3%) (P<0,001). La scala di sonnolenza di Epworth annovera il 19.9% di pazienti diabetici tra coloro che soffrono di sonnolenza durante il giorno, mentre tale percentuale si abbassa nei soggetti sani (13%). È stata riscontrata una differenza significativa nel punteggio ESS tra i soggetti diabetici e non (P<0,001). I pazienti diabetici dal sonno di bassa qualità (<5 hour) erano in buona proporzione obesi (50%), ipertesi (39%), con colesterolo alto (58.1%) e sovrappeso (34,6%). I pazienti diabetici hanno riportato più spesso meno di 6 ore di sonno per notte (52,7% vs. 31.3%), seguiti da coloro che dormono meno di 5 ore per notte (22,2% vs. 15.1%).
Conclusioni. Il presente studio ha rivelato che la bassa qualità del sonno è significativamente più alta nella popolazione adulta diabetica. I risultati dello studio mostrano che c’è associazione tra disordini del sonno e diabete. La scala di sonnolenza di Epworth ha mostrato che i pazienti diabetici, durante il giorno, soffrono maggiormente di sonnolenza rispetto i soggetti sani.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina