Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 October;170(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 October;170(5):301-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 October;170(5):301-5

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La litiasi della colecisti può essere associata a disturbi infiammatori sistemici

Bertero D. 1, Camandona M. 2, Tarocco R. P. 3, Anania A. 3

1 S.S. Ambulatorio di Chirurgia Epato-Biliare, S.C.D.O. Chirurgia Generale 10, Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni Battista di Torino, Torino, Italia
2 S.C.D.U. Chirurgia Generale III, Azienda Ospedaliero Universitaria, San Giovanni Battista di Torino, Torino, Italia
3 Ambulatorio di Reumatologia, S.C.D.U. Medicina Interna I, Torino, Italia, Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni Battista di Torino, Torino, Italia


PDF  


Le sedi di infezione per le quali è riconosciuto un ruolo importante per l’innesco di malattie metafocali sono rappresentate da faringe, tonsille, denti, seni paranasali, diverticoli intestinali. Una condizione che è spesso associata a infezione locale è la litiasi biliare. Infatti è stato riportato che tra i soggetti portatori di litiasi della colecisti sintomatica nel 22,6 % dei casi sono coltivabili elementi microbici nella bile. Tuttavia, non è noto se le vie biliari possano agire da fonte di infezione “focale”. Abbiamo ipotizzato che la colecisti litiasica possa essere sede di una focalità e punto di partenza per patologie immuno-mediate che coinvolgono differenti strutture anatomiche dell’organismo. In 19 portatori di litiasi biliare e artro-mialgie i markers di flogosi sono risultati più elevati rispetto ai 23 pazienti asintomatici per disturbi a carico dell’apparato locomotore. In 17 pazienti del primo gruppo, la determinazione dei parametri di flogosi dopo 12 settimnane dalla rimozione del focus (colecistectomia) ha evidenziato la riduzione di alcuni indicatori, anche se le variazioni sono rimaste al di sotto della significatività statistica. In sintesi, nei soggetti portatori di litiasi biliare e disturbi reumatici i markers di flogosi tendono ad essere elevati. L’asportazione della colecisti in un campione limitato di pazienti è risultata associata a riduzione dei markers di flogosi. La tendenza é meritevole di attenzione per l’impatto clinico ma non é confermata sul piano statistico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail