Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Aprile;170(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Aprile;170(2):121-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Aprile;170(2):121-8

lingua: Inglese

Un esercizio fisico moderato di 120 minuti alla settimana migliora la fitness aerobica e la circonferenza del giro vita, ma non la sensibilità all’insulina in persone con elevato glucosio a digiuno

Buresh R. J. 1, Berg K. 2, Hamel F. 3, Bilek L. D. 4

1 Health, Physical Education & Sport Sciences, Kennesaw State University, Kennesaw, GA, USA
2 School of Health, Physical Education and Recreation, University of Nebraska at Omaha, Omaha, NE, USA
3 Research Service, Omaha Veterans Affairs Medical Center, Department of Internal Medicine, University of Nebraska Medical Center, Omaha, NE, USA
4 Division of Physical Therapy Education, University of Nebraska Medical Center, Omaha, NE, USA


PDF  


Obiettivo. Dal momento che la maggior parte degli individui a rischio di sviluppare il diabete mellito di tipo 2 (type 2 diabetes mellitus, T2DM) non svolgono i raccomandati 150 minuti settimanali di attività fisica moderata, lo scopo primario del presente studio è stato quello di determinare se un programma di esercizio fisico che consiste in un totale di 120 minuti settimanali di esercizio di moderata intensità possa migliorare la sensibilità all’insulina in persone con tolleranza al glucosio compromessa.
Metodi. L’effetto di un programma di 8 settimane di camminata sul tapis roulant (4 sessioni alla settimana della durata di 30 minuti al 40-60% di riserva di frequenza cardiaca) sulla resistenza all’insulina è stato determinato in un campione di adulti sedentari (N.=29, 43,6±11,15 anni) con un valore di glucosio a digiuno compreso tra 95 e 125 mg/dl (102,2±10,91 mg/dl). Sono stati determinati i valori dell’insulina e del glucosio a digiuno e gli indici di sensibilità all’insulina a digiuno. I dati provenienti dai test di tolleranza orale al glucosio sono stati utilizzati in diversi modelli quantitativi di sensibilità all’insulina. Prima e dopo l’esercizio fisico, sono stati inoltre raccolti i dati riguardanti i lipidi presenti nel sangue, la pressione sanguigna, la capacità aerobica ed i dati antropometrici.
Risultati. L’allenamento ha determinato una riduzione della circonferenza del giro vita ed un aumento della capacità aerobica stimata, ma non è risultata in nessun cambiamento delle misure di sensibilità all’insulina.
Conclusioni. Numerosi studi pubblicati su soggetti normoglicemici hanno riportato miglioramenti significativi nei marcatori di sensibilità all’insulina con un esercizio fisico di durata ed intensità simili a quello del presente studio. I risultati del presente studio suggeriscono che la dose soglia e/o l’intensità dell’esercizio necessari per migliorare i marcatori clinici della sensibilità all’insulina nei soggetti con un’alterata tolleranza al glucosio potrebbero essere superiori di quelli richiesti in soggetti normoglicemici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail