Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 April;170(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 April;170(2):83-92

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 April;170(2):83-92

lingua: Inglese

Il precondizionamento fisico riduce il danno cardiopolmonare in corso di entotossiemia

Shao D.-Z., Chang C.-N., Chen Y.-C., Chen Yu-Wen, Hung C.-H.

1 Department of Cosmetics Application and Management, Chung Hwa University of Medical Technology, Tainan, Taiwan
2 Department of Physical Therapy, National Cheng Kung University, Tainan, Taiwan
3 Division of Physical Therapy, Department of Physical Medicine and Rehabilitation, Cheng Hsin Rehabilitation Medical Center,Taipei, Taiwan
4 Department of Physical Therapy and Graduate Institute of Rehabilitation Science, China Medical University, Taichung, Taiwan


PDF  


Obiettivo. In corso di endotossiemia, vengono indotte delle risposte infiammatorie che esitano in disfunzione cardiopolmonare. Tuttavia, la heat shock protein 72 (HSP72) ritrovata dopo esercizio fisico può proteggere il sistema cardiopolmonare da danni letali. Pertanto, la nostra ipotesi era che in ratto allenati potesse aumentare l’espressione di HSP 72 a livello cardiaco e polmonare con riduzione del danno cardiopolmonare in corso di endotossiemia.
Metodi. Ratti Wistar maschi sono stati suddivisi in un gruppo sedentario e uno con attività fisica. Il gruppo attivo veniva sottoposto ad allenamento di corsa su un tapis roulant per 30-60 minuti/die alla velocità di 1,0 miglia/ora, 5 giorni/settimana per tre settimane. Ventiquattro ore dopo l’ultima sessione di allenamento, abbiamo confrontato i profili temporali dei parametri emodinamici in ratti anestetizzati con uretano e sottoposti ad iniezione di lipopolisaccaride (LPS). Inoltre, sono stati misurati i gas nel sangue arterioso, il danno polmonare, il livello di tumor necrosis factor-alpha (TNF-α) nel siero e nel liquido di lavaggio broncoalveolare. Inoltre, è stata determinata l’espressione di HSP72 a livello cardiaco e polmonare.
Risultati. È stato riscontrato un aumento significativo in tutti i dati emodinamici, una riduzione dei livelli sierici e nel lavaggio broncoalveolare di TNF-α, e un ridotto edema polmonare nel gruppo attivo rispetto al gruppo sedentario in corso di endotossiemia. L’espressione di HSP72 a livello cardiaco e polmonare era significativamente aumentata nei ratti allenati.
Conclusioni. L’allenamento fisico può attenuare l’incidenza di risposte infiammatorie e ridurre il danno cardiopolmonare con conseguente aumento del tasso di sopravvivenza in corso di endotossiemia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail