Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Febbraio;170(1) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Febbraio;170(1):11-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2011 Febbraio;170(1):11-8

lingua: Inglese

Accuratezza di diverse equazioni delle pliche cutanee nel predire la percentuale di grasso corporeo in atlete in età scolare

Esco M. R., Olson M. S., Williford H. N., Lizana S., Schaefer G. R.

Auburn University Montgomery Human Performance Laboratory, Montgomery, AL, USA


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo di questo studio era di validare o di cross-validare la percentuale di grasso corporeo (GC%) stimata via quattro diversi modelli di pliche cutanee con la “dual-energy X-ray absorptiometry” (DEXA) in una coorte di atlete in età scolare. Quaranta atlete della National Association for Intercollegiate Athletics (NAIA) hanno partecipato volontariamente a questo studio.
Metodi. Per ciascuna partecipante, la GC% totale è stata ottenuta attraverso la DEXA. Inoltre, lo spessore delle pliche cutanee è stato valutato nelle seguenti sette sedi corporee: torace, tricipite, soprailiaca, regione medioascellare, sottoscapolare, addome, e coscia. La misurazione DEXA è stata utilizzata per confrontare l’accuratezza di quattro equazioni delle pliche cutanee: equazione pliche in 7 sedi, equazione pliche in 4 sedi, equazione pliche in 3 sedi, ed equazione pliche in 2.
Risultati. I risultati hanno evidenziato correlazioni significative tra ciascuna equazione e la DEXA (coefficienti di correlazione compresi tra r=0,79 e 0,87, P<0,01). Tuttavia, tutte e quattro le equazioni hanno sottostimato in maniera significativa la GC% dal 7,7% al 8,6% (P<0,05). Inoltre, l’errore standard della stima era compreso tra 4,61 e 5,30 e l’errore totale tra 7,75 e 8,69 per ciascun modello di plica cutanea.
Conclusioni. I nostri risultati indicano che i valori di GC% ottenuti con DEXA tendono ad essere significativamente superiori a quelli predetti dalle pliche cutanee. Pertanto, è necessaria cautela nello stimare il GC% utilizzando le tecniche delle pliche cutanee nella popolazione di atlete. Il confronto dei valori DEXA con i valori derivati dalle pliche cutanee, e vice versa, può determinare un errore di classificazione di certi individui. Sono necessari ulteriori studi per sviluppare equazioni accurate per la stima del GC% in atlete in età scolare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail