Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 October;168(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 October;168(5):327-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 October;168(5):327-30

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Due casi di variante di arco aortico bovino diagnosticati con l’angio-TC con metodica multidetettore e spirale: descrizione e revisione della letteratura

Saba L. 1, Caddeo G. 2, Mallarini G. 1, 2

1 Department of Radiology, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cagliari, Polo di Monserrato, Monserrato (CA), Italy 2 Department of Radiology, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cagliari, Polo di Cagliari, Cagliari, Italy


PDF  


Gli autori riportano gli esiti di un’angio-TC con metodica multidetettore e spirale (MDCTA) effettuate in due pazienti portatori di una rara origine dell’arteria carotide comune sinistra dall’arteria innominata. Le immagini dopo processazione mostrano chiaramente l’origine anomala di questa arteria. In un caso, gli autori hanno osservato anche un’importante stenosi localizzata all’origine dell’arteria carotide interna sinistra. Nella seconda parte di questo articolo, gli Autori presentano una revisione della Letteratura riguardante questa tipologia di variante vascolare. Un’approfondita conoscenza di queste varianti anatomiche e delle possibili patologie vascolari che potenzialmente possono coesistere è necessaria prima di trattare i vasi dell’arco aortico. Gli autori riportano gli esiti di un’angio-TC con metodica multidetettore e spirale (MDCTA) effettuate in due pazienti portatori di una rara origine dell’arteria carotide comune sinistra dall’arteria innominata. Le immagini dopo processazione mostrano chiaramente l’origine anomala di questa arteria. In un caso, gli autori hanno osservato anche un’importante stenosi localizzata all’origine dell’arteria carotide interna sinistra. Nella seconda parte di questo articolo, gli Autori presentano una revisione della Letteratura riguardante questa tipologia di variante vascolare. Un’approfondita conoscenza di queste varianti anatomiche e delle possibili patologie vascolari che potenzialmente possono coesistere è necessaria prima di trattare i vasi dell’arco aortico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail