Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 June;168(3) > Gazzetta Medica Italiana-Archivio per le Scienze Mediche 2009 June;168(3):203-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana-Archivio per le Scienze Mediche 2009 June;168(3):203-6

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La sindrome nefrosica quale esito della sindrome emolitico-uremica

Colombo M., Vettore E., Volpini S., Fazi M. C., Tedoldi S., Pedroni F.

Servizio di Microbiologia Unità Operativa di Pediatria Presidio Ospedaliero di Manerbio, Brescia, Italia


PDF  


La sindrome emolitico-uremica è una patologia non rara in Pediatria, specialmente in bambini di età fra 2 e 4 anni. E’ frequentemente preceduta da una gastroenterite acuta il cui agente patogeno più tipicamente implicato è Escherichia coli O157:H7. I sintomi della sindrome sono: anemia emolitica, piastrinopenia e insufficienza renale acuta. Il caso clinico che presentiamo riguarda un bambino di 2 anni di età che viene condotto in Pronto Soccorso perché da una settimana presenta pallore ed astenia, preceduti da una gastroenterite acuta febbrile. Vengono eseguiti esami ematici d’urgenza e i risultati sono: emoglobina 6,7 g/dl, piastrine 214000/mm3, azotemia 104 mg/dl, creatinina 1,1 mg/dl, LDH 3430 UI/l. Per la clinica e per i risultati degli esami facciamo diagnosi di sindrome emolitico-uremica e decidiamo di ricoverare il paziente. Nell’arco di dieci giorni il piccolo ha un incremento spontaneo dei valori di emoglobina ed ematocrito, con una normalizzazione di azotemia e creatinina, ma permangono alterazioni della funzione renale compatibili con sindrome nefrosica. In letteratura si segnalano molti casi di pazienti affetti da patologie renali (glomerulonefriti, sindrome nefrosica) che sviluppano secondariamente sindrome emolitico-uremica; ma nel nostro bambino si ipotizza che la sindrome nefrosica è evento conseguente alla sindrome emolitico-uremica, problema raramente discusso in letteratura. In conclusione, l’associazione tra queste due patologie renali deve essere motivo di approfondimento e dibattito.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail