Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 June;168(3) > Gazzetta Medica Italiana-Archivio per le Scienze Mediche 2009 June;168(3):197-202

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana-Archivio per le Scienze Mediche 2009 June;168(3):197-202

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Vasculite leucoclastica in paziente con livelli elevati di IgE

Parlato A., Vangieri B., Salernitano M., Bresciani M., Gattoni A.

Department of Clinical and Experimental Medicine “F. Magrassi”, Second University of Naples School of Medicine, Naples, Italy


PDF  


Gli autori descrivono un caso di vasculite con manifestazioni cliniche rappresentate da ampie ulcere necrotiche della cute a livello degli arti inferiori e dei piedi di un paziente, associate a livelli sierici elevati di IgE. La biopsia cutanea ha evidenziato le tipiche modificazioni istologiche della vasculite leucoclastica. Il trattamento con steroidi e immunosoppressori non ha avuto alcun effetto. La guarigione delle ulcere e del paziente è stata ottenuta con IFN-a, che ha anche determinato una diminuzione dei livelli sierici di IgE del paziente. I risultati suggeriscono che i meccanismi immunitari hanno provocato le ulcere e che l’infezione e l’infiammazione Th2-guidata ha prodotto una diminuzione locale di IFN-g; l’IFN-a ha stimolato la produzione di IFN-g portando alla guarigione delle ulcere. Gli autori, di conseguenza, pensano che un deficit primitivo o secondario di IFN-g possa aumentare la sensibilità alle infezioni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail