Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 April;168(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 April;168(2):115-118

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 April;168(2):115-118

lingua: Italiano

Meningocele sacrale anteriore. Due casi clinici

Croce P., Perotti D., Frigoli A.

Divisione di Ginecologia e Ostetricia del Civico Ospedale di Cotogno, Lodi, Italia


PDF  


Il meningocele sacrale anteriore (MSA) è una patologia rara, sono segnalati circa 300 casi in letteratura di cui alcuni nella stessa famiglia. Il MSA fa parte dei disrafismi spinali occulti e consiste nell’erniazione del sacco durale nella regione pelvica, attraverso un difetto congenito del sacro. Qui descriviamo due casi clinici: il primo è quello di una giovane donna, asintomatica, alla quale è stata diagnosticata una massa pelvica e una malformazione uterina durante una visita ginecologica di controllo. Successivamente la laparoscopia esplorativa e la risonanza magnetica nucleare hanno permesso di diagnosticare un meningocele sacrale anteriore associato a un utero didelfo. Il secondo caso è quello della madre trovata affetta da MSA dopo la figlia. Il MSA si presenta come una massa cistica unica o multiloculata, pelvica, retroperitoneale che può associarsi a tumori benigni retroperitoneali. I sintomi più comuni sono: dolore pelvico, dolore mestruale, disfunzione vescicale, disfunzione intestinale, disturbi neurologici al perineo e agli arti inferiori. Il MSA può essere anche asintomatico. Per la sua localizzazione e per il suo aspetto il MSA può essere confuso con una cisti ovarica e condurre la paziente all’attenzione del medico ginecologo. Viene segnalato questo caso per ricordare una patologia rara che se misconosciuta rischia di non essere valutata adeguatamente e quindi di essere trattata in maniera non congrua.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail