Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 Aprile;168(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 Aprile;168(2):105-114

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

REVIEW  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 Aprile;168(2):105-114

lingua: Inglese

Utilizzo di farmaci citostatici ed antalgici in pazienti neoplastici terminali: confronto negli anni 2000-2004

Ghezzo F., Dell’Orco L., Racca S.

Department of Clinical and Biological Sciences S. Luigi Hospital, Orbassano, Turin, Italy


PDF  ESTRATTI


Pur non essendo ancora in grado di spiegare il motivo per cui una persona si ammala di tumore e un’altra no, oggigiorno si conoscono fattori ambientali e caratteristiche dello stile di vita che possono aumentare la nostra probabilità di sviluppare un tumore. “Tumore” è un termine generico con cui si definiscono le patologie caratterizzate dalla neoformazione (neoplasia) di tessuto, ovvero dall'anomalo sviluppo di una o più masse di cellule che si accrescono in modo incontrollato. Le possibili terapie sono: intervento chirurgico, radioterapia, terapia ormonale, chemioterapia.
Il dolore è tra gli effetti collaterali più comuni e difficili da risolvere del cancro, e risulta particolarmente intenso nel malato terminale, ossia nel malato di cancro nel quale la malattia ha invaso gran parte dello organismo e che non reagisce più a nessun tipo di terapia.

inizio pagina