Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 Febbraio;168(1) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 Febbraio;168(1):1-6

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2009 Febbraio;168(1):1-6

lingua: Inglese

Le modificazioni minori della concentrazione dell’emoglobina correlano significativamente con lo stress ossidativo

Hamidi-Alamdari D. 1, Reza-Parizadeh M. 2, Varasteh A. 3, Bonakdaran S. 4, Honarmand M. 5, Sarrafnejad A. 6, Topouridou K. 1, Paletas K. 7, Pegiou T. 1, Koliakos G. 1

1 Department of Biological ChemistryMedical School, Aristotle University of Thessaloniki Thessaloniki, Greece
2 Department of Nutrition and Biochemistry Faculty of Medicine, Mashhad University of Medical Sciences, Mashhad, Iran
3 Immunobiochemistry Laboratory Immunology research Center Avicenna Research Institute Mashhad University of Medical Science
Mashhad, Iran
4 Endocrinology Research Center, Mashhad University of Medical Sciences, Mashhad, Iran
5 Department of Pediatrics, School of Medicine, University of Tehran, Tehran, Iran
6 Department of Immunology, School of Medicine, University of Tehran, Tehran, Iran
7 Laboratory for the Study of Metabolic Diseases, B Medical Clinic, Medical School, Aristotle University of Thessaloniki, Thessaloniki, Greece


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. Una bassa concentrazione di emoglobina (Hb) (anemia) rappresenta un rischio per la patologia cardiovascolare (cardiovascular disease: CVD). Recentemente lo stress ossidativo (oxidative stress: OS) è stato considerato un fattore di rischio significativo per CVD e il meccanismo in comune per molti fattori di rischio cardiovascolare. L’obiettivo di questo studio è stato quello di dimostrare se vi fosse una qualsiasi correlazione tra anemia lieve e stress ossidativo.
Metodi. In questo studio sono stati arruolati 144 soggetti. Di questi, 61 avevano un diabete di tipo 2, 21 erano pazienti sottoposti ad emodialisi, 62 erano controlli sani. Lo stress ossidativo è stato stimato con la misurazione del Bilancio Pro-ossidante Anti-ossidante (Prooxidant Antioxidant Balance: PAB) utilizzando un sistema precedentemente validato. La concentrazione totale di Hb è stata misurata con un analizzatore ematologico Sysmex XE-21000.
Risultati. Nei pazienti diabetici e in quelli sottoposti ad emodialisi è stata evidenziata una correlazione inversamente significativa tra OS e Hb. Una correlazione negativa marginalmente significativa è stata evidenziata tra OS e Hb nei volontari sani. Come atteso, OS è stato significativamente maggiore nei pazienti emodializzati rispetto a quelli diabetici e ai volontari sani.
Conclusioni. Per la prima volta è stata osservata un’interrelazione tra OS e concentrazione totale di HB, che è più evidente nei pazienti con elevato OS.

inizio pagina