Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 December;167(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 December;167(6):293-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 December;167(6):293-8

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Valutazione di una passeggiata di 30 minuti utilizzando un pedometro nella gestione del diabete di tipo 2

Mitsui T. 1, Shimaoka K. 2, Kobayashi T. 3

1 Laboratory of Nutritional Physiology School of Food and Nutritional Sciences University of Shizuoka, Shizuoka, Japan 2 Research Center of Health Physical Fitness and Sports, Nagoya University Furocho, Chikusaku, Nagoya, Japan 3 Kusanagi Internal and Pediatric Clinic, Shizuoka, Japan


PDF  


Obiettivo. Attualmente è diventata popolare la valutazione della deambulazione attraverso l’utilizzo di un pedometro, con l’obiettivo di raggiungere i 10 000 passi al giorno. Tuttavia non è stata riportata l’efficacia di una passeggiata giornaliera della durata di 30 minuti nella gestione del diabete di tipo 2.
Metodi. In un programma che prevedeva una passeggiata della durata di almeno 30 minuti, per 5 giorni alla settimana, per 12 settimane, con registrazione dei tempi di passeggiata e del numero di passi giornalieri, sono stati arruolati 11 soggetti adulti sedentari con diabete di tipo 2 (3 di sesso maschile, 8 di sesso femminile; età media 64,4 ± 7,7 anni). Il gruppo di controllo era formato da 10 pazienti diabetici (2 di sesso maschile, 8 di sesso femminile; età media 61,8 ± 8,3 anni). Prima e dopo il programma sono state misurate le caratteristiche fisiche e sono state eseguiti analisi ematochimiche.
Risultati. Nel gruppo che faceva le passeggiate, durante il periodo dello studio, il numero di passi è aumentato sino a 7 700-8 700 al giorno, dai 4 613 ± 413 precedenti. Sebbene 6 soggetti di questo gruppo abbiano evidenziato un miglioramento del controllo glicemico, ad es. una riduzione della glicemia, della HbA1c e dell’insulino-resistenza, le modificazioni dell’indice di massa corporeo, della pressione arteriosa, del controllo glicemico e delle lipoproteina non è stato significativo tra i due gruppi. Rispetto al gruppo di controllo la modificazione dell’HbA1c è stata significativa nel gruppo che faceva le passeggiate (P=0,026).
Conclusioni. I risultati ottenuti dagli autori suggeriscono che l’obiettivo dei 10 000 passi al giorno è raggiungibile e che una passeggiata giornaliera della durata di 30 minuti potrebbe essere fattibile e utile per la gestione del diabete di tipo 2 se combinata con la dieta.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail