Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 October;167(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 October;167(5):205-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2008 October;167(5):205-12

lingua: Italiano

Trattamento fangoterapico in pazienti osteoartrosici: modificazioni sieriche dei marker di danno cartilagineo

Bellometti S. 1, Tassoni T. 2, Gregotti C. 1, Richelmi P. 1

1 Scuola di Specializzazione in Idrologia Medica Dipartimento di Medicina Interna Facoltà di Medicina Università degli Studi di Pavia, Pavia, Italia
2 Dipartimento di Biologia Facoltà di Scienze Naturali Università degli Studi di Padova, Padova, Italia


PDF  


Obiettivo. Attualmente la terapia del’osteoartrosi (OA) è prevalentemente indirizzata alla diminuzione della sintomatologia dolorosa e i farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) sono la terapia farmacologia più frequentemente utilizzata. Tuttavia vengono sempre più spesso auspicati approcci terapeutici innovativi, al fine di ridurre la posologia farmacologia e gli effetti collaterali dei farmaci tradizionalmente utilizzati. Scopo del presente studio è indagare se i trattamenti crenoterapici con fango termale, fango moor o paraffina, interagiscono con markers di infiammazione e metabolismo cartilagineo come Insulin growth factor I (IGF I), tumor necrosis factor alpha (TNFα), Interleukin 1 (Il I) e prostaglandina E2 (PGE2) in soggetti osteoartrosici.
Metodi. 80 soggetti osteoartrosici, secondo i criteri dell’American College of Rheumatology (ACR) sono stati randomizzati in 4 gruppi di trattamento: Gruppo A (1 ciclo di impacchi di paraffina); gruppo B (1 ciclo di impacchi con fango moor), gruppo C (1 ciclo di trattamento con fango termale maturo), gruppo D (grupp di controllo, nessun trattamento termoterapico). Prelievi ematici sono stati eseguiti prima dell’inizio e dopo la fine dei cicli di trattamento, per il dosaggio di IGF I, Il 1, TNFα, PGE2.
Risultati. I livelli sierici di IGF I hanno evidenziato un incremento statisticamente significativo nel gruppo A mentre i valori di PGE2 hanno mostrato nun incremento nei gruppi A e B. I diminuiti livelli di TNF alpha, Il 1 e PGE2 nel gruppo C, potrebbero indicare una diminuzione di intensità del processo infiammatorio.
Conclusioni. I risultati dello studio sembrano deporre per un ‘influenza a breve termine della crenoterapia sui principali markers biochimici di danno osteoatrosico, pertanto potrebbero essere utilizzati come un efficace approccio integrativo/alternativo ai tradizionali trattamenti farmacologici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail