Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2007 August;166(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2007 August;166(4):121-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2007 August;166(4):121-6

lingua: Italiano

Studio randomizzato comparativo sull’utilizzo di una nuova molecola, nella formulazione in supposte, nella malattia emorroidaria acuta

Giordano M.

Chirurgo Proctologo, Responsabile Servizio Autonomo di Proctologia Chirurgica, Casa di Cura Villa Igea, Acqui Terme (AL)


PDF  


Obiettivo. Valutare l’efficacia di un prodotto a base di beclometasone dipropionato, nella formulazione in supposte, nel migliorare i sintomi ed i segni clinici della malattia emorroidaria.
Metodi. Sono stati arruolati 240 pazienti e divisi in tre gruppi paralleli e trattati rispettivamente con supposte a base di BECLOMETASONE DIPROPIONATO, di ossido di zinco e bismuto e di hamamelis/hippocastanum/collinsonia.
Risultati. La posologia è stata di una supposta per due volte al giorno per 45 giorni. I pazienti sono stati valutati dopo 10, 25 e 45 giorni dall’inizio del trattamento con uno schema che analizzava i segni clinici (sanguinamento, eritema mucoso, trombosi) ed una scheda che analizzava la sintomatologia soggettiva (prurito, dolore, tenesmo).
Conclusioni. Nella ricerca da noi condotta la nuova molecola si è dimostrata rapidamente efficace sia sui segni clinici che sui sintomi soggettivi, con risultati sorprendentemente superiori agli altri due prodotti testati. Ha dimostrato un’ottima tollerabilità e non si è verificato alcun effetto collaterale. Riteniamo quindi che tale prodotto, nella sua formulazione in supposte, possa entrare a far parte dei presidi terapeutici consigliati dallo specialista proctologo nella cura della malattia emorroidaria acuta.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail