Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Dicembre;165(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Dicembre;165(6):251-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Dicembre;165(6):251-6

lingua: Inglese

Metodologia per la valutazione dell’effetto dell’iniezione di alotano sull’attività enzimatica della glucochinasi sierica

Nazem H. 1, Fazilati M. 2

1 Payame Nour University of Iran Esfahan, Iran;
2 Isfahan University of Technology, Isfahan, Iran


PDF  


In questo progetto di ricerca è stato confrontato l’effetto dell’alotano sull’attività dell’enzima glucochinasi nel siero e nel tessuto epatico utilizzando due procedure diverse di valutazione del glucosio-6-fosfato-deidrogenasi e del coenzima NAD+ versus l’NADP+.
A distanza di 24 ore dall’inalazione di alotano, l’attività dell’enzima glucochinasi rispetto al gruppo di controllo ha evidenziato una differenza significativa (p < 0,5), mentre l’attività enzimatica del glucosio-6-fosfato-deidrogenasi derivata dal fungo Leuconostoe mesenteries e del coenzima NAD+ ha evidenziato una differenza maggiore rispetto ai controlli. Di conseguenza, si può concludere che la metodologia di valutazione dell’enzima glucochinasi e i livello di precisione e di sensibilità della procedura utilizzata può influenzare la valutazione dell’effetto dell’alotano sul tessuto epatico a seguito dell’aumentata attività dell’enzima glucochinasi.
Di conseguenza, la conduzione di tutti gli studi e le ricerche nell’uomo e l’utilizzo della precisa procedura proposta per la valutazione dell’attività di questo enzima suggerisce che tali studi dovrebbero essere eseguiti anche su un altro enzima. D’altra parte, il paragone tra questi due metodi può rappresentare un modello appropriato per lo studio delle allergie minime ai farmaci, in particolare all’alotano, nell’uomo o negli animali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail