Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Ottobre;165(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Ottobre;165(5):207-19

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia

Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Mensile

ISSN 0393-3660

Online ISSN 1827-1812

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Ottobre;165(5):207-19

 ARTICOLI ORIGINALI

Efficacia e sicurezza di una nuova crema a base di sostanze naturali versus un farmaco tradizionalmente usato nel trattamento di ematomi da mesoterapia o da biorivitalizzazione cutanea

Pinelli S., Schianchi R., Beretta D., De Micheli P.

Istituto Dermatologico Europeo, Milan, Italy

Obiettivo. La mesoterapia è una tecnica di stimolazione alla riparazione dei tessuti connettivi e dei tessuti adiposi colpiti dalla cellulite. La biorivitalizzazione mira invece a stimolare i processi rigenerativi nell’invecchiamento cutaneo. Entrambi questi trattamenti si basano su metodiche iniettive che possono produrre ematomi nelle aree trattate. L’obiettivo di questo studio è di valutare l’efficacia e la sicurezza di una nuova crema a base di sostanze naturali : arnica, escina fitosoma, ananas e bromelina (prodotto A) nei confronti di un classico gel: rutosidea e metilgalattopolifosfato sodio-calcio (prodotto B) già da tempo usato per il riassorbimento degli ematomi provocati da mesoterapia o da biorivitalizzazione cutanea.
Metodi. Trattasi di studio clinico pilota in aperto, randomizzato, comparativo e monocentrico in soggetti con panniculopatia edemato-fibrosclerotica (PEFS) o invecchiamento cutaneo, con evidenza di ematomi provocati da trattamenti di mesoterapia o biorivitalizzazione. I soggetti sono stati trattati con i prodotti testati tre volte al giorno per 12 giorni. L’efficacia e la sicurezza sono state testate dopo 6 giorni e alla fine del trattamento. Inoltre ogni soggetto ha compilato un diario giornaliero.
Risultati. Sono stati arruolati 26 soggetti di sesso femminile (16 nel gruppo del prodotto A e 10 nel gruppo del prodotto B) senza differenze significative di età media, tipo di trattamento, colore dell’ematoma, dolore spontaneo e dolore da pressione. La dimensione media dell’ematoma è stata più elevata nel gruppo B (Ø 2,03 cm) che nel gruppo A (Ø 1,26 cm), mentre sono stati notati noduli in più soggetti trattati con il prodotto A (62,5%) che nei soggetti dell’altro gruppo (40%). Gli ematomi sono stati osservati principalmente sul viso (50% per il gruppo A e 40% per il gruppo B) quindi sull’area trocanterica, sulla superficie interna del ginocchio, sul collo e sull’anca.
I miglioramenti a livello dell’ematoma e della scomparsa del dolore hanno indicato una migliore efficacia del prodotto A.Utilizzando come parametro le dimensioni, gli ematomi sono scomparsi significativamente dopo 6 giorni di trattamento con il prodotto A nel 56,2% dei casi mente con il prodotto B nel 10% dei casi. Nei rimanenti casi è stata comunque osservata una maggiore riduzione degli ematomi residui in sesta giornata nel gruppo A (76,6%) rispetto al gruppo B (58,1%). Utilizzando come parametro il colore, le aree colpite si sono schiarite completamente in sei giorni nel 50% dei soggetti A rispetto al 10% dei soggetti B, e la differenza è stata statisticamente significativa. I soggetti del prodotto A sono migliorati più rapidamente di quelli del gruppo B.
Nella maggior parte dei pazienti (80%) l’attenuazione del colore dell’ematoma è stata osservata entro 4 giorni nel gruppo A e dopo 4 giorni nel gruppo B. I noduli sono scomparsi in tutti i pazienti di entrambi i gruppi entro 5-6 giorni dall’inizio del trattamento. La scomparsa del dolore è stata riferita entro 4-5 giorni di trattamento per il prodotto A e 5 giorni per il prodotto B. Non sono stati registrati effetti indesiderati in alcun soggetto. Le valutazioni globali dei medici e dei soggetti del gruppo A hanno sono state con un 56.2% Buone e con un 43,8% Eccellenti globalmente migliori rispetto al gruppo B.
Conclusioni. Il prodotto A ha mostrato buona attività e sicurezza e si è proposto come un’efficace e ben tollerata alternativa al prodotto B nel riassorbimento degli ematomi derivanti da mesoterapia o biorivitalizzazione, poiché il suo impiego ha accelerato il processo riparatore.

lingua: Italiano, Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina