Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Giugno;165(3) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Giugno;165(3):105-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 Giugno;165(3):105-8

lingua: Inglese

Effetti della dubutamina e della terbutalina sul quadro proteico elettroforetico delle ghiandole salivari del coniglio

Habibollah N. 1, Mehdi S. 2

1 Payame Noor University, Iran;
2 Medical Shiraz University , Iran


PDF  


Obiettivo. La somministrazione di farmaci b-simpaticomimetici ad animali quali ratti, topi e hamster provoca ipertrofia e iperplasia dei tessuti ghiandolari.
Metodi. In questo studio sono stati selezionati tre gruppi di maschi adulti albini. Gli animali sono stati trattati per 15 giorni consecutivi con il b1-agonista dobutamina, alla dose di 60 mg/Kg/die, o con il b2-agonista terbutalina alla dose di 40 mg/Kg/die. Come controllo è stata somministrata acqua distillata sterile. Alla fine dell’esperimento gli animali sono stati sacrificati, le loro ghiandole salivari sono state prelevate e pesate e sono stati preparati da esse degli estratti.
Risultati. Sia dopo trattamento con dobutamina che con terbutalina il peso delle ghiandole parotidi era significativamente aumentato (p < 0,01 e p < 0,05, rispettivamente). La terbutalina aveva anche fatto aumentare significativamente il peso delle ghiandole sottomandibolari ( p < 0,05). Per quanto riguarda le ghiandole sublinguali, sia il peso che le proteine totali non erano stati influenzati significativamente dai due agonisti b-adrenergici selettivi. L’SDS-PAGE degli estratti parotidei degli animali trattati con dobutamina e terbutalina ha evidenziato la presenza di 6 e 4 bande proteiche con pesi molecolari di circa 38, 35, 34, 32, 27 e di 40, 38, 35, 34 Kd, rispettivamente.
Conclusioni. L’SDS_PAGE delle ghiandole sottomandibolari e sublinguale degli animali trattati con terbutalina ha evidenziato la presenza di bande proteiche con pesi di circa 20,18 e 16 Kd. Questa ricerca eseguita nel coniglio suggerisce la probabile presenza di recettori β1- e β2-adrenergici. D’altra parte, il sottotipo β1 è dominante anche nella ghiandola parotide del coniglio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail