Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 February;165(1) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 February;165(1):19-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2006 February;165(1):19-23

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

La terapia ormonale sostitutiva migliora l’ispessimento cutaneo dopo la menopausa

Maia E. 1, Aldrighi J. M. 2, Petta C. A. 3, Bahamondes L. 3, Bedone A. J. 4

1 Departament of Obstetrics and Gynecology of Jundiaí School of Medicine;
2 Departament of Obstetrics and Gynecology of Medical Sciences School of Saint House of São Paulo;
3 Departament of Maternal Infant Health of Public Health School of USP;
4 Departament of Obstetrics and Gynecology of Medical Sciences School of Unicamp


PDF  


Obiettivo. Valutare l’effetto di due formulazioni ormonali sull’ispessimento della cute nelle donne in post-menopausa.
Metodi. A 40 donne in post-menopausa sono state somministrate in modo random due formulazioni ormonali sostitutive, una prevedeva 2 mg/die di estradiolo valerato per 21 giorni combinati con 1 mg/die di ciproterone acetato per 10 giorni, l’altra 0,625 mg/die di estrogeni equini coniugati per 21 giorni combinati con 5 mg di medrossiprogesterone acetato per 10 giorni. Entrambe le terapie sono state somministrate a cicli durante 12 mesi. Né le donne, né gli sperimentatori erano a conoscenza del tipo di terapia somministrata. In tutte le donne coinvolte nello studio lo spessore della cute è stato misurato a livello della regione trocanterica femorale destra tramite ecografia computerizzata, prima e dopo un anno di trattamento.
Risultati. Dopo 12 mesi di trattamento si è osservato un aumento dello spessore della cute nel gruppo trattato con la formulazione estradiolo/valerato/ciproterone acetato (+3,14; p<0,0010), mentre nel gruppo trattato con la formulazione estrogeni equini coniugati/medrossiprogesterone acetato non si sono avute variazioni (-0,27; p=0,8340).
Conclusioni. La terapia ormonale sostitutiva con la formulazione contenente estradiolo valerato/ciproterone acetato per un periodo di 12 mesi ha provocato un aumento dello spessore della cute nelle donne in post-menopausa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail