Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 Dicembre;164(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 Dicembre;164(6):477-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2005 Dicembre;164(6):477-80

lingua: Italiano

“Mesenterium commune” in giovane adulto. Un raro caso clinico

Santonocito M. M., Di Prima P., Corsaro A., Romano A., Sciacca C., Fisichella A., Scuderi R.

Dipartimento di Medicina Interna, Ospedale S. Marta, Università di Catania, Catania


PDF  


Il “Mesenterium commune” è una patologia rara causata da una interruzione della rotazione intestinale durante il periodo embrionale, si tratta di una patologia che interessa principalmente l’età pediatrica e che può passare del tutto inosservata fino all’età adulta o, al contrario, può fin dalla giovane età comportare disturbi più o meno rilevanti. Nel nostro caso è stato possibile, in base alla sintomatologia (stipsi, dolenzia addominale, nausea) e soprattutto mediante la valutazione ecografica, porre un sospetto diagnostico che è stato confermato successivamente con indagini radiologiche. Gli autori descrivono il caso clinico di una giovane donna, giunta alla loro osservazione lamentando fin dall’infanzia dolenzia addominale recidivante, accompagnata a nausea, flatulenza e cefalea, della durata di poche ore e con remissione spontanea dopo evacuazione. A completamento dell’esame obiettivo veniva eseguita ecografia addominale che repertava anse intestinali del tenue solo a livello dell’emiaddome sinistro, mentre nell’emiaddome destro si repertava il colon che originava a livello periombelicale destro (dove si repertava il cieco) e decorreva verticalmente lungo la linea mediana sulla linea alba. Il suddetto reperto deponeva per difetto di rotazione intestinale (mesenterium commune). Tale reperto è stato successivamente confermato da indagine radiologica con mezzo di contrasto baritato. Il sospetto clinico (dolenzia addominale, nausea, tendenza alla stipsi) è stato rapidamente confermato dall’esame ecografico che ha dimostrato un difetto di rotazione intestinale prevenendo conseguentemente l’eventuale insorgenza di complicanze, quali il volvolo intestinale, e permettendo di indirizzare la giovane paziente allo specialista per intervento di correzione chirurgica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail