Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2002 October;161(4-5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2002 October;161(4-5):177-81

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2002 October;161(4-5):177-81

lingua: Inglese

L’autoapplicazione di una crema di zinco solfato e acido usnico può migliorare i risultati nell’infezione vulvoperineale da HPV?

Mancino P., Roma B., Melluso J., Onorati E., Russo P., Monti M.

Department of Gynaecological Sciences, Perinatology and Puericulture, University of Rome “La Sapienza”, Rome


PDF  


Obiettivo. Valutare l’efficacia della terapia topica a base di zinco solfato ed acido usnico in pazienti di sesso femminile affette da infezione vulvoperineale da HPV.
Metodi. Nel periodo tra ottobre 1998 e dicembre 1999 sono state studiate 76 pazienti di sesso femminile e con diagnosi colposcopica, citologica ed istologica di lesioni vulvoperineali da HPV. Queste pazienti sono state trattate mediante autoapplicazione topica di una crema di zinco solfato e acido usnico con la seguente modalità di somministrazione: 2 applicazioni giornaliere per 30 giorni, 10 giorni di pausa poi ulteriori 2 applicazioni giornaliere per altri 30 giorni. Le pazienti sono poi state seguite con follow-up a 1 mese, 3 mesi e 6 mesi.
Risultati. Un 25% di guarigioni complete (CR) sono state riportate dopo 1 mese di terapia; dopo 3 mesi un CR del 61,8% e dopo 6 mesi del 77,6%.
Conclusioni. Il ruolo della terapia medica topica per le infezioni vulvoperineali da HPV ha un’efficacia limitata se confrontata con la terapia fisica-distruttiva. Tuttavia, i risultati ottenuti, soprattutto dopo 3 e 6 mesi dal trattamento, evidenziano che la crema a base di zinco solfato ed acido usnico potrebbe essere considerata una valida strategia terapeutica in grado di ridurre l’estensione delle lesioni vulvoperineali da HPV e di prevenire le recidive.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail