Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2002 October;161(4-5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2002 October;161(4-5):157-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

REVIEWS  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2002 October;161(4-5):157-9

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Allergia ai mezzi di contrasto radiologici

Nifosì G.

U. O. Medicina Interna, Azienda Ospedaliera Gravina, Caltagirone (Catania)


PDF  


I mezzi di contrasto radiologici sono sostanze chimiche molto utilizzate in campo medico. A volte si rendono responsabili di eventi avversi gravi e potenzialmente letali. Attualmente l’uso di preparati a bassa osmolarità, ionici o non ionici, ha ridotto notevolmente l’incidenza degli eventi avversi gravi (0,05%). Da un punto di vista clinico si distinguono reazioni locali (rinite, asma, reazioni cutanee) e generali (orticaria-angioedema, cardiopatie, convulsioni, anafilassi), di grado lieve, moderato e severo. Da un punto di vista patogenetico essi agiscono con un meccanismo tossico, pseudoallergico o da attivazione complementare. L’incidenza delle reazioni severe pericolose per la vita, quali grave ipotensione, aritmie cardiache o arresto, edema polmonare o laringeo e convulsioni è di 0,01-0,1% nei pazienti sottoposti ad esami contrastografici. Pazienti con precedente storia di reazioni anafilattoidi a mezzi di contrasto hanno un’incidenza molto elevata di reazioni maggiori e pertanto debbono essere esclusi. L’atopia non aumenta significativamente il rischio. Una premedicazione con steroidi ed antistaminici riduce l’incidenza delle reazioni avverse.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail