Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 Dicembre;160(6) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 Dicembre;160(6):181-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 Dicembre;160(6):181-8

 ARTICOLI ORIGINALI

Epulidi. Considerazioni anatomo-cliniche su 113 casi

Fioroni M. 1, Procaccini M. 1, Bartolucci M. 1, Rubini C. 2

1 Università degli Studi - Ancona, Istituto di Scienze Odontostomatologiche;
2 Università degli Studi - Ancona, Istituto di Anatomia ed Istologia Patologica

Obiettivo. Le epulidi sono neoformazioni benigne, sessili o peduncolate, di natura reattiva, insorgenti dal legamento alveolo-dentario ad estrinsecazione gengivale, più spesso interdentale. In questo lavoro viene eseguito uno studio epidemiologico delle epulidi, con riferimento alla classificazione istopatologica di Soames e Southam.
Metodi. Sono stati presi in considerazione 113 casi di epulide e valutati i seguenti parametri: età dei pazienti, sesso e sede di insorgenza; viene inoltre eseguito un esame istologico dei prelievi bioptici per classificare tali lesioni.
Risultati. Le epulidi osservate in questo studio interessano più spesso i soggetti appartenenti alla IV, VI e VII decade di vita; più frequenti nei pazienti di sesso femminile, queste neoformazioni prediligono il mascellare superiore. All’esame istologico si distinguono 68 casi di epulide fibrosa (60%), 27 di epulide giganto-cellulare (24%) e 18 casi di epulide vascolare (16%).
Conclusioni. Nello studio clinico-epidemiologico delle epulidi, è importante che tutti gli Autori facciano riferimento ad un’unica classificazione istopatologica per avere a disposizione dati omogenei. La diagnosi di epulide deve essere corretta e puntuale per poter intraprendere una terapia adeguata ed evitare pericolose complicazioni.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina