Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 Giugno;160(3) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 Giugno;160(3):123-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2001 Giugno;160(3):123-6

lingua: Italiano

Un insolito caso di macroematuria

Bronzi G. 1, Marini L. 2

1 Divisione di Medicina Interna, P.O. S. Massimo di Penne - ASL Pescara;
2 Università degli Studi «G. D’Annunzio» - Chieti, Istituto di Geriatria


PDF  


Il caso descritto riguarda una paziente di sesso femminile, di 50 anni, ricoverata per la comparsa di macroematuria recidivante in pieno benessere clinico soggettivo. Il sospetto diagnostico di una ETP renale o di una glomerulonefrite primitiva, viene meno quando la paziente esegue l’ecografia dell’addome superiore, perché vengono riscontrate solo lesioni focali multiple al parenchima epatico, che l’esame TC definisce di natura ascessuale. La successiva aspirazione ecoguidata delle stesse provoca fuoriuscita di materiale purulento la cui coltura evidenzia la presenza di Streptococco intermedius. Nel frattempo la paziente iniziava a presentare febbre settica con poussée coincidenti con gli episodi di macroematuria. L’antibioticoterapia mirata affiancata al reiterante drenaggio ecoguidato degli ascessi epatici, portava la paziente alla completa guarigione clinico-soggettiva ad alla normalizzazione degli esami laboratoristico-strumentali. Gli Autori vogliono ribadire la discrepanza eclatante tra la sintomatologia d’ingresso squisitamente renale, a fronte dal coinvolgimento d’organo esclusivamente a epatico nelle metodiche di imaging. Inoltre vogliono sottolineare il quadro atipico di sepsi da streptococco, nella fattispecie quello intermedio, comune saprofita del cavo orale, ma anche quello più frequentemente associato all’ascessualizzazione dei parenchimi profondi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail