Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2000 October;159(5) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2000 October;159(5):183-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI SPECIALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2000 October;159(5):183-7

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Le conoscenze sulla saliva attraverso i secoli

Pistacchio E. 1, Disperati S. 2, Bisbini P. 1

1 Università degli Studi - Bologna, Dipartimento di Medicina e Sanità, Insegnamento di Storia della Medicina;
2 Igienista Dentale


PDF  


Scopo di questa ricerca originale è stato di indagare come si sono evolute nel tempo le conoscenze sui componenti della secrezione salivare. Si è partiti dall’analisi dei testi classici di Ippocrate e Galeno; e attraverso tutti i secoli, con le diverse scuole che li hanno caratterizzati, si è giunti fino ai giorni nostri.
Si è potuto dimostrare quindi come tali nozioni siano progredite parallelamente all’evoluzione delle tecniche di analisi.
Questo studio si è deliberatamente indirizzato solo sul binario dei componenti fisiologicamente presenti nella saliva come risultato dell’attività secretoria delle ghiandole salivari.
Non si sono considerati tutti quegli elementi conseguenti la presenza e l’attività metabolica della flora batterica orale.
In questa prima comunicazione si arriva a conoscere quanto l’uomo sapeva del suo più abbondante secreto, fino al 1700.
Gli insegnamenti di Galeno rimasero in auge per circa nove secoli; si è dovuto aspettare fino al Mille perché la Scuola Araba, con Avicenna, svolse qualcosa di più sui componenti della saliva.
Dopo tali acquisizioni, si è dovuto attraversare un altro periodo di «buio», terminato nel 1600 con le importanti ricerche frutto delle due più importanti correnti di pensiero: la Iatrochimica e la Iatrofisica.
È da questo momento, infatti, che si comincia a sottoporre la saliva ad analisi chimiche e fisiche.
È di questa epoca, inoltre l’invenzione di uno strumento che rivoluzionò tutto il mondo scientifico: il microscopio; la saliva non sfuggirà nemmeno a tale mezzo speculativo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail