Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2000 Aprile;159(2) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2000 Aprile;159(2):59-63

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 2000 Aprile;159(2):59-63

lingua: Italiano

Ruolo del Lactobacillus casei subspecie Rhamnous GG (ATCC 53103) nel trattamento delle cistiti e vaginiti recidivanti ed effetto preventivo nelle cistiti e vaginiti specifiche dopo terapia

Salzano P., Piscoo L., Tirabasso S., Musone R., Ambrosio D., Cardone A.

Seconda Università degli Studi - Napoli, Clinica Ostetrica e Ginecologica


PDF  


Obiettivo. Con questo studio, abbiamo constatato come l’incidenza di cistiti e vaginiti sia elevata e come siano frequenti le recidive, nonostante le terapie specifiche.
Abbiamo valutato l’effetto del Lactobacillus casei subspecie Rhamnous GG (ATCC 53103) ceppo probiotico di origine umana, nel trattamento delle cistiti e vaginiti recidivanti e specifiche.
Metodi. Abbiamo esaminato 60 donne, con età compresa tra i 15 e i 40 anni e distinte in 3 gruppi A, B, C: 20 pazienti con cistite e vaginite specifica, 20 pazienti con cistite e vaginite recidivante, 20 pazienti affette da cistite e vacinite recidivante, come gruppo di controllo trattate con placebo.
Risultati. I risultati ottenuti nel gruppo A e B di pazienti, dopo una settimana dalla fine del trattamento erano: assenza di disuria e pollachiuria, pH vaginale < 4,5 e assenza di prurito vaginale. Nella popolazıone di controllo trattata con placebo, vi erano i sintomi di una cistite e vaginite ricorrente.
Conclusioni. Le donne affette da cistite e vaginite specifica e recidivante trattate con Lactobacillus GG, non avevano più i sintomi presentando: un aumento della flora saprofitica intestinale, che competeva con quella patogena e che colonizzando la vescica aveva provocato la sintomatologia cistitica e la normalizzazione del pH vaginale fisiologico. Le donne trattate con placebo, come gruppo di controllo, presentavano nuovamente sintomatologia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail