Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1998 August;157(4) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1998 August;157(4):127-34

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

CASI CLINICI  


Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1998 August;157(4):127-34

Copyright © 1998 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Utilizzo del Biocoral nel trattamento delle perdite ossee alveolari. Caso clinico

Zecca A.

Libero professionista


PDF  


Questo articolo, attraverso la presentazione di un intervento, spiega come utilizzare un biomateriale a base di corallo.
Viene descritto il Biocoral, paragonato con altri biomaterali: l’HTR Polimer, l’Interpore 200, l’Apagen Mirodont.
L’articolo si propone di avere un taglio molto pratico, e infatti fornisce indicazioni sul tipo di seta per sutura utilizzata (seta non riassorbibile intrecciata nera n. 3 e 4 Ethicon), sul tipo di bisturi (Swann Morton n. 15), sulle membrane parodontali di scelta (Vicryl Ethicon), sul tipo di cera per osso usata (Bone Wax Ethicon W810).
La documentazione si basa sulle immagini fornite da una telecamera con stampante Sony, e da un sistema di videoradiografia della ditta Villa.
Inoltre, si illustra l’utilizzo del sistema Software Peri-Probe, che permette di formulare un quadro preciso della condizione parodontale di un paziente, poiché misura la profondità del solco gengivale, fornendo parallelamente l’indice di placca e di sanguinamento, tutto ciò per ogni dente, e per 4 punti-lati di ogni dente.
Nel concepire questo articolo si è voluto trasmettere l’esperienza nell’ambito dell’affascinante campo della chirurgia parodontale, fornendo indicazioni utili e pratiche. La documentazione videoradiografica mostra come i risultati a breve distanza, nel caso dell’intervento presentato, siano entusiasmanti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail