Ricerca avanzata

Home > Riviste > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Fascicoli precedenti > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1998 Febbraio;157(1) > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1998 Febbraio;157(1):27-9

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOGAZZETTA MEDICA ITALIANA ARCHIVIO PER LE SCIENZE MEDICHE

Rivista di Medicina Interna e Farmacologia


Indexed/Abstracted in: BIOSIS Previews, EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche 1998 Febbraio;157(1):27-9

 NOTE DI TERAPIA

Trattamento dell’Herpes genitalis con l’interferone alfa per via sistemica ed uso topico

Zarcone R., Monarca M., Vullo G., Longo M., Tommasillo G., Lizza R., Tartaglia E.

Seconda Università degli Studi di Napoli, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Istituto di Ginecologia ed Ostetricia

Introduzione. Presso l’Istituto di Ginecologia ed Ostetricia della Seconda Università degli Studi di Napoli, è stata valutata l’efficacia di un trattamento con interferone per la cura dell’Herpes genitalis.
Metodi. Sono state trattate 13 donne affette da Herpes genitalis di età compresa fra i 18 ed i 47 anni con una terapia combinata con interferone i.m. 3000000 UI due volte alla settimana per 6 settimane ed interferone pomata gel, 2-3 applicazioni al giorno per 6 settimane.
Risultati. I reperti obiettivi della malattia erano vescicole solo vulvari in 10 casi, ai quali si associavano 3 casi con vescicole anche in sede periuretrale, perianale e pelvica. Cinque pazienti erano anche andate incontro ad episodi di recidiva. La sintomatologia soggettiva era rappresentata da dolore (10 pazienti), prurito (13 pazienti), bruciore (13 pazienti), dispareunia (5 pazienti), leucorrea (4 pazienti) e disuria (3 pazienti). Al termine della terapia sono scomparsi i sintomi in tutte le pazienti, solo 2 riferivano ancora dolore ed 1 presentava ancora leucorrea. Dopo 6 mesi dal termine della terapia le pazienti sono state sottoposte ad un controllo.
Conclusioni. Dall’anamnesi relativa agli ultimi 6 mesi e dall’esame obiettivo locale è emerso che nessuna paziente è andata incontro a recidiva.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina