Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2013 December;59(4) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2013 December;59(4):341-56

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2013 December;59(4):341-56

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ruolo della silimarina e dell’S-adenosil-L-metionina in corso di epatopatia cronica da alcol. Una revisione e un punto di vista

Testino G. 1, Leone S. 2, Ansaldi F. 3, Borro P. 1

1 Centro Alcologico Regionale - Regione Liguria Unità Operativa di Alcologia e Patologie Correlate, Department of General Internal and Specialistic Medicine Irccs AOU San Martino - National Institute for CancerResearch, Genoa, Italy;
2 School of Toxicology, University of Genoa, Genoa, Italy;
3 Preventive Medicine, University of Genoa, Genoa, Italy


PDF  


L’epatopatia alcol correlate (alcoholic liver disease, ALD) rappresenta la prima causa di mortalità epatica in Italia e nel mondo. L’astensione e la nutrizione in associazione a un significativo miglioramento dello stile di vita rappresentano le azioni fondamentali per affrontare questa patologia. Nella pratica clinica attualmente non abbiamo a disposizione altri farmaci per accelerare e soprattutto mantenere nel tempo la risoluzione del quadro morboso. La silimarina è’ una delle molecole che rientrano nella medicina complementare più usate con importanti azioni: anti-ossidante, anti-infiammatoria, anti-fibrotica e metaboliche. In particolare migliora il quadro laboratoristico ed ecografico in corso di steatosi/steatoepatite. La S-adenosil-L-metionina (SAMe) è di primaria importanza nella formazione di glutatione, elemento cellulare indispensabile per i processi anti-ossidanti. Il costante mantenimento dei livelli di SAMe è di particolare rilevanza per la salute del nostro fegato. La recente introduzione in commercio dell’associazione silimarina-SAMe sotto la formulazione di integratore è particolarmente promettente. Questa combinazione ha la capacità di potenziare il ruolo terapeutico nei casi di epatopatia da alcol. L’epatologo ha necessità di avere a disposizioni efficaci opzioni di trattamento di una condizione morbosa in fase di espansione epidemiologica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

gianni.testino@hsanmartino.it