Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2012 September;58(3) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2012 September;58(3):253-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2012 September;58(3):253-60

lingua: Inglese

Intervento nutrizionale per la sclerosi laterale amiotrofica

Morassutti I. 1, Giometto M. 1, Baruffi C. 1, Marcon M. L. 1, Michieletto S. 1, Giometto B. 2, 3, Spinella N. 4, Paccagnella A. 1

1 Metabolic and Nutrition Unit, Local Health Unit (ULSS 9), Treviso, Italy;
2 Neurological Unit, Local Health Unit (ULSS 9), Treviso, Italy;
3 Neurological Clinic, University of Padua, Padua, Italy;
4 Social-Health Care Districts Coordinating Body, Local Health Unit (ULSS 9), Treviso, Italy


PDF  


Obiettivo. Obiettivo dello studio era valutare le conseguenze di un intervento nutrizionale sistematico e precoce sulle condizioni cliniche dei pazienti e sulla possibilità di mantenere il più a lungo possibile un buono stato nutrizionale.
Metodi. Sono stati Inclusi nello studio 33 pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica. Gruppo Protocollo: 12 soggetti (9 M e 3 F) seguiti secondo specifico protocollo d’intervento nutrizionale; Gruppo Controllo: 21 soggetti (10 M e 11 F) seguiti prima dell’applicazione del protocollo.
Risultati. Confronto tra i dati rilevati alla prima valutazione, espressi come media ± deviazione standard, Gruppo Protocollo vs. Gruppo Controllo: BMI (kg/m2) 23,6±4,1 vs. 21,6±3,5; calo ponderale percentuale rispetto al peso abituale 6,6±7,9 vs. 16,3±8,8 (P=0.003). Al sesto mese: calo ponderale percentuale rispetto al peso abituale 4,9±6,2 vs. 16,9±10,2 (P=0,002). Al dodicesimo mese: calo ponderale percentuale rispetto al peso abituale 7,3±7,1 vs. 17,5±11,1 (P=0,03). Al primo controllo i pazienti del Gruppo Protocollo erano meno sottoposti alla nutrizione enterale (25%) rispetto a quelli del Gruppo Controllo (60%). Al sesto mese: 30% vs. 68%. Sono state somministrate formule enterali standard. La mortalità nel Gruppo Protocollo, ad un anno dalla prima valutazione, è risultata del 17%, nel Gruppo Controllo era pari al 24% a sei mesi e al 33% ad un anno.
Conclusioni. Se la presa in carico del paziente avviene prima che si verifichi un calo ponderale significativo, un intervento nutrizionale mirato e precoce consente di mantenere più a lungo un buono stato nutrizionale; nel caso sia necessaria nutrizione artificiale, le diete standard sono in grado di garantire risultati clinici adeguati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ildamaria.morassutti@gmail.com