Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2011 Giugno;57(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2011 Giugno;57(2):111-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2011 Giugno;57(2):111-5

lingua: Inglese

Legatura elastica per il sanguinamento delle varici esofagee: tecnica e out come dei pazienti

Silvano S. 1, Elia C. 1, Alessandria C. 1, Bruno M. 1, Musso A. 1, Saracco G. 2, Rizzetto M. 2, Debernardi Venon W.

1 Gastro-Hepatology Unit, San Giovanni Battista Hospital, University of Turin, Turin, Italy;
2 Unit of Gastroenterology, San Luigi Gonzaga Hospital, Orbassano, Turin, Italy.


PDF  


Obiettivo. La legatura elastica è il trattamento raccomandato nel sanguinamento delle varici esofagee. Lo scopo del nostro studio è stabilire la migliore tempistica per il follow-up endoscopico dopo l’eradicazione delle varici; per tale motivo sono stati valutati, in maniera retrospettiva, gli aspetti tecnici e l’outcome dei pazienti cirrotici con varici esofagee che avevano ottenuto l’eradicazione tra gennaio 2008 e gennaio 2009.
Metodi. Sono stati inclusi nello studio 103 dei 127 pazienti trattati. Il numero di sessioni necessarie per ottenere l’eradicazione era di 2,8±1,3 (range 1-7), mentre il numero di elastici utilizzati per sessione era di 4,6±1 (range 2-7). In base ai nostri riscontri, un numero di elastici per sessione maggiore di 5 non è risultato associato ad una più elevata incidenza di complicanze (19,6% vs. 17,8%, P=ns). Le ulcere esofagee sono state osservate nel 42% dei pazienti quando l’intervallo tra una sessione di legatura e l’altra era inferiore a 20 giorni (versus 15% per un intervallo maggiore di 20 giorni, P<0,05).
Conclusioni. Una volta ottenuta l’eradicazione, la recidiva di varici è stata osservata nel 28% dei pazienti, ma la ricomparsa precoce di piccole varici non era associata a sanguinamento. Possiamo quindi concludere che un intervallo di tempo maggiore tra le sessioni di legatura delle varici esofagee può ridurre le complicanze correlate alla procedura. Inoltre, una volta ottenuta l’eradicazione delle varici, un controllo endoscopico precoce non sarebbe utile perché non influenzerebbe l’approccio terapeutico e non cambierebbe l’outcome del paziente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

eliachiara@gmail.com