Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2011 March;57(1) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2011 March;57(1):23-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2011 March;57(1):23-8

lingua: Italiano

Il sovrappeso nel percorso chirurgico: proposta per un trattamento dietetico compatibile

Palmieri B., Capone S., Iannitti T.

Dipartimento di Chirurgia Generale, Università di Modena, Policlinico di Modena, Modena, Italia


PDF  


Obiettivo. La dieta iperproteica è un particolare regime alimentare caratterizzato da un ridotto consumo di carboidrati e di grassi, abbinato ad un elevato apporto di proteine. Tali proteine manterrebbero un’accentuata azione lipolitica, in virtù della loro proprietà dinamico-specifica, migliorando l’azione di resistenza insulinica, inducendo un ottimale livello di sazietà e livello energetico.
Metodi. Abbiamo selezionato 30 pazienti senza distinzione di sesso, in base all’Indice di Massa Corporea (Body Mass Index, BMI) compreso tra 30 e 50, ai quali è stata proposta una alimentazione con preparati standardizzati ad alto contenuto proteico, da consumarsi negli orari dei pasti e con apporto di frutta e verdura regolato, per un totale di 1 0300-2 000 calorie per 40 giorni.
Risultati. Dalla valutazione statistica dei risultati si evince una variazione dei valori ematici di glicemia e creatinina, trigliceridi, colesterolo totale, VLDL, HDL, dopo 40 giorni di dieta. La pressione arteriosa sistolica e diastolica subiscono un calo significativo.
Conclusioni. La dieta iperproteica è utile nel raggiungimento di un equilibrio ponderale tale da consentire interventi chirurgici a basso rischio, senza impoverire il paziente candidato all’intervento di alcun principio attivo, oligoelemento o componente alimentare idoneo ed un ideale processo plastico riparativo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

stefycapone@hotmail.it