Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2010 December;56(4) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2010 December;56(4):389-96

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2010 December;56(4):389-96

lingua: Italiano

La steatosi epatica non alcolica: il ruolo dei policosanoli nelle iperlipemie associate

Musto D., Martorelli L., Russo M., Esposito G., Amato M. R., Esposito P., Riegler G.

D.A.I. di Medicina Interna e Specialistica, Unità Operativa Complessa di Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, Seconda Università degli Studi di Napoli, Napoli, Italia


PDF  


Obiettivo. Lo scopo dello studio è stato quello di valutare l’efficacia del trattamento con i Policosanoli nella terapia delle iperlipemie associate in pazienti affetti da steatosi epatica non alcolica (non-alcoholic fatty liver disease, NAFLD).
Metodi. Abbiamo condotto uno studio retrospettivo su 52 pazienti affetti da NAFLD. Di questi pazienti sono stati raccolti e analizzati i valori pre-trattamento di colesterolo totale, colesterolo LDL, trigliceridi, ALT, e AST. Inoltre, sulla base di peso e altezza, si è calcolato il body mass index (BMI) e, sulla base dei valori di glicemia e insulinemia, si è calcolato l’Human Omeostatic Assesment Index (HOMA). Tutti i pazienti sono stati poi sottoposti al trattamento con un integratore di policosanoli (Frilipid®) e con una dieta ipocalorica bilanciata, e quindi seguiti nel tempo con controlli quadrimestrali. Abbiamo poi raccolto e analizzato i dati relativi ai tre successivi controlli quadrimestrali nel corso del trattamento.
Risultati. Dai dati raccolti e analizzati è emersa una significativa riduzione del colesterolo totale, del colesterolo LDL e dell’HOMA index (P<0,002). Inoltre è stato riscontrato un trend non statisticamente significativo per una spiccata riduzione di ALT, AST, trigliceridi e BMI.
Conclusioni. L’utilizzo dei policosanoli si mostra efficace nel trattamento delle iperlipemie e dell’insulino-resistenza nei pazienti affetti da steatosi epatica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

dario.musto@alice.it