Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2010 September;56(3) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2010 September;56(3):253-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  TRATTAMENTO PERIOPERATORIO NEL TRAPIANTO DI FEGATO


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2010 September;56(3):253-60

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

L’anestesia nel trapianto di fegato: esperienza dell’Università di Bologna nell’era MELD

Siniscalchi A., Miklosova Z., Spedicato S., Bernardi E., Zanoni A., Dante A., Pierucci E., Cimatti M., Riganello I., Aurini L., Bernabè L., Faenza S.

Department of Anesthesiology Alma Mater Studiorum University of Bologna, Bologna, Italy


PDF  


Obiettivo. La cirrosi epatica si associa a importanti alterazioni cardiovascolari. In questo report, abbiamo rivisto la nostra esperienza nel trapianto fegato nell’era MELD; in particolare questo studio ha valutato la relazione tra severità dell’insufficienza epatica mediante MELD score e complicanze postoperatorie.
Metodi. Il nostro studio retrospettivo è stato condotto su 242 pazienti cirrotici sottoposti al trapianto di fegato presso il Dipartimento di Anestesia e Chirurgia dell’Università di Bologna. I parametri biochimici ed emodinamici sono stati valutati mediante catetere di Swan-Ganz. La classificazione di Dindo è stata utilizzata per la valutazione del decorso postoperatorio.
Risultati. Le complicanze postoperatorie si sono manifestate in 158 pazienti (65,2%), 13 pazienti sono deceduti durante il ricovero intraopedaliero. Considerando il grado di complicanze, quelle non “life threatening” sono comparse in 47,9% dei casi (116 pazienti), quelle “life threatening” in 17,3% (42 pazienti). I pazienti con MELD score >30 hanno evidenziato una permanenza in terapia intensiva, un tempo di intubazione e un tempo di ospedalizzazione maggiore.
Conclusioni. In conclusione il MELD score è strettamente correlato con la severità degli eventi postoperatori.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

sinianest@libero.it