Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2009 September;55(3) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2009 September;55(3):315-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  NEUROGASTROENTEROLOGIA E MOTILITÀ


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2009 September;55(3):315-42

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Patogenesi cellulare della gastroenteropatia diabetica

Ördög T , Hayashi Y., Gibbons S. J.

Enteric Neuroscience Program, Miles and Shirley Fiterman Center for Digestive Diseases Gastroenterology Research Unit and, Department of Physiology and Biomedical Engineering Mayo Clinic, Rochester, MN, USA


PDF  


La gastroenteropatia si manifesta con sintomi gastrointestinali superiori, quali: svuotamento gastrico ritardato, costipazione, diarrea ed incontinenza fetale che si presentano frequentemente nei pazienti affetti da diabete mellito. Tale patologia rappresenta un significativo carico economico per l’assistenza sanitaria. I trattamenti attuali sono perlopiù sintomatici e inefficaci. Sarebbe opportuna una migliore comprensione della patogenesi cellulare e molecolare di questi disordini per lo sviluppo di terapie migliori. Recenti progressi nella comprensione dell’altissima complessità dei sistemi controllo che mettono in atto e regolano la motilità gastrointestinale, insieme all’utilizzo di nuovi modelli sperimentali e sofisticate tecniche fisiologiche, morfologiche e molecolari, hanno condotto alla conclusione che le gastroenteropatie diabetiche non possono essere attribuite ad alcun difetto o disfunzione singolare. In effetti, questi disordini sono multifattoriali e coinvolgono uno spettro di cambiamenti distrofici e metabolici che possono potenzialmente influire su tutti i componenti chiave del sistema principale di controllo compreso il sistema nervoso autonomo ed enterico, le cellule interstiziali di Cajal e le cellule muscolari lisce. L’obbiettivo di questo lavoro è fare una rassegna dei cambiamenti cellulari fondamentali che si presentano nelle gastroenteropatie diabetiche e delle loro potenziali cause, con un particolare riguardo alle interazioni funzionali tra i vari tipi cellulari. È stato proposto che le gastroenteropatie diabetiche dovrebbero essere considerate una forma di distrofia neuromuscolare gastrointestinale piuttosto che un disordine “funzionale”. Ricerche future dovrebbero identificare le strategie per bloccare i fattori citotossici favorendo quindi la rigenerazione delle cellule danneggiate e tradurre le scoperte sperimentali in nuove modalità di trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ordog.tamas@mayo.edu