Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2007 Settembre;53(3) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2007 Settembre;53(3):273-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  AGGIORNAMENTO SULLA MALATTIA INFIAMMATORIA INTESTINALE


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2007 Settembre;53(3):273-7

lingua: Italiano

Focus sull’acido folico

Rondanelli M., Opizzi A., Berzero M.

Sezione di Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione Umana Dipartimento di Scienze Sanitarie Applicate e Psicocomportamentali
Azienda Servizi alla Persona Istituzioni Assistenziali Riunite di Pavia Università degli Studi di Pavia, Pavia


PDF  


L’acido folico o vitamina B9, il cui nome deriva dal latino “folium” che indicava i vegetali a foglia larga, ricchi di acido folico, è un acido di complessa struttura, scoperto nelle foglie degli spinaci. Dall’anno della scoperta e della sintesi dell’acido folico, avvenuta nel 1945 ad oggi, si sono accumulate numerosissime evidenze scientifiche in merito alle significative e insostituibili azioni positive svolte sull’organismo umano da questo nutriente, definito, quindi, nutriente essenziale per il benessere e la salute dell’uomo. L’importanza dell’assunzione, durante la gravidanza, dell’acido folico al fine di prevenire lo sviluppo dei difetti del tubo neurale dell’embrione, è un dato ormai acquisito. Sulla base di tale evidenze si è voluto effettuare un focus sull’importanza dell’assunzione di quantitativi corretti di questa vitamina, in particolare nei gruppi di popolazione ad elevato rischio di deficit.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail