Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 December;52(4) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 December;52(4):407-13

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 December;52(4):407-13

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Le interazioni cellula-matrice: effetti sulla differenziazione dell’epatocarcinoma

Wu X. Z. 1, Chen D. 2

1 Cancer Hospital of Tianjin Tianjin Medical University, Tianjin, China
2 Luzhou Medical College Luzhou, Sichuan Province, China


PDF  


La differenziazione è un processo mediato dalla stimolazione da parte di segnali extracellulari, dalla trasduzione del segnale e dall’espressione genica. La trasformazione neoplastica degli epatociti si può verificare nella cirrosi epatica, che, a sua volta, è il risultato di un alterato rimodellamento della matrice extracellulare (extracellular matrix, ECM). L’ECM potrebbe, pertanto, influenzare e mantenere il fenotipo differenziato degli epatociti mediante la modulazione di fattori trascrizionali epatici. Inoltre, il rimodellamento dell’ECM è correlato con la dedifferenziazione del carcinoma epatocellulare (hepatocellular carcinoma, HCC). Il sistema di adesione integrine-matrice e il complesso di adesione E-caderina/catenina mediano l’interazione cellula-matrice attraverso la focal adhesion kinase (FAK), le extracellular-signal-regulated kinases (ERKs) e la via della b-catenina/Wnt. Nuovi farmaci in grado di modulare l’interazione cellula-matrice potrebbero pertanto rappresentare una nuova strategia terapeutica per l’HCC.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail