Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 June;52(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 June;52(2):125-34

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  AN UPDATE ON HEPATITIS C VIRUS INFECTION


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 June;52(2):125-34

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Steatosis, insulin resistance and fibrosis progression in chronic hepatitis

Castera L.

1 Department of Hepatology and Gastroenterology CHU Bordeaux Hopital Haut Leveque, Pessac, France
2 INSERM U635, Department of Virology Hôpital Henri Mondor Université Paris XII, Créteil, France


PDF  


La steatosi rappresenta un aspetto istologico comune nell’epatite C cronica. Due distinti meccanismi sembrano essere coinvolti nella patogenesi della steatosi epatica nell’infezione cronica da virus dell’epatite C (HCV). Nei pazienti infettati con HCV di genotipo 3, la steatosi è probabilmente virus-indotta e rappresenta un effetto citopatico diretto del virus, mentre nei pazienti infettati con altri genotipi virali i fattori metabolici di rischio dell’ospite per la resistenza all’insulina, quali l’obesità, il diabete di tipo 2 e l’iperlipidemia giocano un ruolo nell’accumulo intracellulare di lipidi. È interessante notare come, nei pazienti infettati con genotipo 3 che hanno una steatosi provocata direttamente dal virus, il suo decorso segua la risposta virologica al trattamento, cosa che non accade nei pazienti nei quali la steatosi deriva da cause metaboliche e che sono generalmente infettati da altri genotipi virali. I meccanismi molecolari sottostanti sospettati comprendono le interazioni tra le proteine del core HCV e le vie del metabolismo lipidico intracellulare, così come l’induzione della resistenza all’insulina. La steatosi ha importanza clinica, in quanto sembra essere associata ad una più rapida progressione verso la fibrosi e ad una diminuita risposta alla terapia antivirale. Tuttavia, resta ancora da dimostrare se i fattori metabolici e quelli dell’ospite, associati alla steatosi, la steatosi di per se stessa o entrambi possano essere responsabili di questa associazione. Questa revisione ha avuto quale obiettivo di descrivere le attuali conoscenze sulla steatosi, sulla resistenza all’insulina e sulla progressione verso la fibrosi nell’epatite C cronica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail