Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 Giugno;52(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 Giugno;52(2):107-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  AN UPDATE ON HEPATITIS C VIRUS INFECTION


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 Giugno;52(2):107-23

lingua: Inglese

Pathogenesis of hepatitis C virus infection

Kohla M., Bonacini M.

Department of Transplantation California Pacific Medical Center San Francisco, CA, USA


PDF  


IL virus dell’epatite C è un virus a singola catena di RNA. Nel 60-80% dei pazienti è in grado di sfuggire alla sorveglianza immunitaria innata e adattativi. Di conseguenza, è in grado di provocare un’infezione cronica del fegato. Nel tentativo di eradicare il virus i linfociti citotossici contribuiscono al danno epatico. D’altra parte, una forte reazione multispecifica dei linfociti-T nei confronti delle proteine virali si associa alla clearance virale. In questo senso è importante la funzionalità sia dei linfociti CD4 sia dei CD8. Nell’infezione cronica i fattori genetici individuali e quelli ambientali influenzano la progressione dell’infiammazione verso la fibrosi. Tra questi fattori, quelli meglio identificati sono rappresentati dall’età, dal sesso, dalla razza e dal consumo di alcool. La progressione verso il carcinoma epatocellulare è strettamente correlata alla cirrosi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail