Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 March;52(1) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 March;52(1):97-105

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2006 March;52(1):97-105

lingua: Inglese

Prognostic factors of primary biliary cirrhosis detected by health screening

Yoneyama K., Yamazaki M., Kogo M., Kiuchi Y., Shibata M., Imawari M.

1 Health Service Center, Showa University, Japan
2 Department of Pathophysiology Showa University School of Pharmaceutical Sciences, Japan
3 Department of Gastroenterology, Kanto Medical Center NTT EC, Japan
4 Second Department of Internal Medicine, Showa University School of Medicine, Japan


PDF  


Obiettivo. La cirrosi epatica è probabilmente diversa nei Giapponesi rispetto alle popolazioni Occidentali. Di conseguenza, abbiamo eseguito un’analisi retrospettiva rivedendo le cartelle cliniche per chiarire i fattori prognostici dopo l’esordio di una cirrosi biliare primitiva (PBC) rilevata durante uno screening casuale.
Metodi. La coorte era rappresentata da 52 soggetti con PBC. Sono stati presi in considerazione 39 fattori riguardanti i dati clinici e quelli prognostici, utilizzando il modello proporzionale di Cox.
Risultati. La durata media del periodo di follow-up è stata di 5,1 anni, durante i quali sono deceduti 6 pazienti (11,5%). Il tasso cumulativo di sopravvivenza dopo l’esordio della PBC è stato del 93,4% dopo 5 anni e del 67,8% dopo 10 anni. L’analisi multivariata ha evidenziato 2 fattori, quali l’indice di massa corporea (BMI) e le IgG quali fattori prognostici indipendenti. Le loro hazard ratio erano pari a 0,399 (per 1 kg/m2 di BMI) e 1,282 (per 100 mg/dl di IgG). L’indice prognostico (PI) è stato calcolato con la seguente formula utilizzando i 2 fattori:
PI = - 0,919 ¥ BMI + 0,249 ¥ IgG.
Conclusioni. La stima del decorso, utilizzando un PI basato sui 2 fattori, fornisce un’informazione aggiuntiva per la scelta dell’approccio terapeutico della PBC dopo screening casuale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail