Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 Dicembre;51(4) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 Dicembre;51(4):289-302

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 Dicembre;51(4):289-302

lingua: Inglese

Endoscopy for bile duct stones

Baron T. H.


PDF  


Nell'era della colecistectomia per via laparoscopica e delle immagini ottenute in modo non invasivo, la colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP) preoperatoria per la valutazione della calcolosi del dotto biliare dovrebbe essere riservata a pazienti selezionati. L'ERCP resta la terapia di scelta per la rimozione dei calcoli dal dotto biliare nei pazienti post-colecistectomizzati e in quelli con colecisti ancora conservata. I calcoli del dotto biliare possono essere rimossi in quasi tutti i pazienti utilizzando tecniche endoscopiche di sfinterectomia e di litotripsia meccanica. I calcoli del dotto biliare difficili da rimuovere o complessi possono essere comunque rimossi per via endoscopica nella maggior parte dei pazienti con l'utilizzo di tecniche addizionali quali la litotripsia extracorporea con onde d'urto, la litotripsia intraduttale e/o il posizionamento di stent. Nei casi non operabili, nei quali la rimozione del calcolo non può essere ottenuta, il posizionamento a lungo termine di uno stent rappresenta un'opzione potenziale nei pazienti che sono candidati ad ulteriori terapie. La terapia per via endoscopica può essere efficace in pazienti selezionati con calcoli biliari intraepatici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail