Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 June;51(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 June;51(2):209-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 June;51(2):209-12

lingua: Inglese

Biliopancreatic diversion. Clinical experience

Nanni G., Balduzzi G., Botta C., Capoluongo R., Demichelis P., Scansetti M., Silano E.


PDF  


Obiettivo. I risultati e le qualità della diversione biliopancreatica (BPD), dopo oltre 20 anni di pratica clinica, hanno portato ad una progressiva accettazione di questo intervento per il trattamento chirurgico dell'obesità. Scopo di questo lavoro è di presentare la nostra esperienza con questa procedura, con particolare riferimento alla qualità di vita.
Metodi. Dal 1992 al giugno 2002 sono stati sottoposti a BPD 122 pazienti (108 di sesso femminile e 14 di sesso maschile, età media 40,2 anni) con peso medio di 122,4 kg (range 91-200 kg) e un body mass index (BMI) medio di 49,1 (range 38-78). In 3 pazienti precedentemente sottoposti a gastroplastica verticale, si é proceduto alla conversione in BPD (1 caso con conservazione dello stomaco). Dopo un follow-up minimo di 36 mesi, 10 pazienti sono stati sottoposti ad intervento di dermolipectomia addominale (associata in 8 casi a plastica di laparocele).
Risultati. Nei pazienti con follow-up „36 mesi la perdita media del sovrappeso iniziale è stata del 75%, con eccellente mantenimento a lungo termine. Le complicanze «specifiche» sono registrate in percentuali accettabili: 4,9% la malnutrizione proteica. I dati di laboratorio hanno evidenziato una normalizzazione della glicemia e della colesterolemia senza che sia necessaria alcuna restrizione dietetica. Infine oltre l'80 % dei pazienti riferisce un miglioramento del tono dell'umore, delle relazioni sociali e del rendimento lavorativo.
Conclusioni. La nostra esperienza clinica conferma l'efficacia e la validità della BPD per quanto riguarda la riduzione del peso corporeo ed il mantenimento nel tempo; di pari passo vi è un miglioramento delle patologie associate e della qualità di vita.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail