Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 June;51(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 June;51(2):179-86

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 June;51(2):179-86

lingua: Inglese

Time-course of diastolic dysfunction in different stages of chronic HCV related liver diseases

Pozzi M., Redaelli E., Ratti L., Poli G., Guidi C., Milanese M., Calchera I., Mancia G.


PDF  


Obiettivo. Un pattern circolatorio iperdinamico caratterizza le epatopatie di grado avanzato. I primi studi che hanno valutato la funzione cardiaca nella cirrosi sono stati condotti in pazienti con epatopatia a genesi alcolica e pertanto tale condizione fu attribuita agli effetti tossici dell'etanolo. Ridotte performance del ventricolo sinistro dopo stress fisiologici e farmacologici in associazione ad una disfunzione diastolica sono stati dimostrati anche nella cirrosi ad eziologia postvirale. Molteplici sono i fattori coinvolti nella genesi di tali alterazioni nelle fasi più avanzate della cirrosi, mentre scarse sono le informazioni relative alle fasi più precoci della malattia.
Metodi. Con questo obiettivo abbiamo studiato pazienti con diversi stadi di epatopatia cronica HCV correlata al fine di individuare il nesso tra stadio di malattia epatica e comparsa di disfunzione diastolica. Alterazioni del flusso transmitralico, del rilasciamento ventricolare ed un aumento degli spessori del ventricolo sinistro possono essere facilmente valutati con ecocardiografia e Doppler.
Risultati. Nell'epatite cronica la funzione diastolica è conservata, ma nei pazienti con fibrosi più rilevante all'istologia epatica si osserva già un aumento degli spessori parietali del ventricolo sinistro. Nei pazienti con cirrosi in classe A e C di Child si osserva il tipico quadro della disfunzione diastolica, ma l'aumento dello spessore parietale del ventricolo sinistro è paradossalmente più evidente nella cirrosi compensata. Il blocco farmacologico cronico dell'aldosterone potrebbe indurre effetti favorevoli sul rimodellamento cardiaco suggerendo un potenziale ruolo degli antialdosteronici nella cardiomiopatia cirrotica.
Conclusioni. La presenza di un aumento dello spessore parietale del ventricolo sinistro nell'epatite cronica HCV in fase precirrotica sembra suggerire un potenziale ruolo di HCV nella genesi delle osservate precoci alterazioni strutturali cardiache, e può diventare un cofattore negli stadi più avanzati della cirrosi quando l'ipertensione portale e i suoi deleteri effetti sull'emodinamica sistemica e sulla funzione e struttura cardiaca diventano manifesti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail