Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 Marzo;51(1) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 Marzo;51(1):31-46

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica

Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Trimestrale

ISSN 1121-421X

Online ISSN 1827-1642

 

Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2005 Marzo;51(1):31-46

UPDATE ON HEPATITIS C 

Storia naturale dell'infezione da virus dell'epatite C: dall'epatite cronica, alla cirrosi, al carcinoma epatocellulare

Leone N., Rizzetto M.

L'epatite C è una malattia eterogenea ed è responsabile di un'elevata mortalità e morbidità nei soggetti infettati. Il virus dell'epatite C (hepatitis C virus, HCV) infetta quasi 170 milioni di persone al mondo. Più dell'80% sviluppa un'infezione cronica; il rimanente 10-20% va incontro a una clearance spontanea del virus e sviluppa un'immunità naturale. L'epatite acuta è itterica solamente nel 20% dei pazienti e raramente ha un andamento clinico severo. La maggioranza dei pazienti con infezione cronica da HCV è asintomatica; mentre il 60-80% sviluppa un'epatite cronica con elevati livelli sierici di alanina aminotransferasi (ALT), circa il 30% mantiene normali livelli di ALT nonostante l'HCV-RNA sia presente nel siero. Un terzo dei pazienti cronicamente infettati sviluppa un danno epatico progressivo, fibrosi e cirrosi in un periodo di 20-30 anni. La relazione tra la carica virale, il genotipo HCV, la variabilità di quasispecie e la progressione della malattia di fegato è controversa. L'infezione acquisita dopo 40 anni, il sesso maschile, l'eccessivo consumo di alcol, la confezione con virus dell'epatite B (hepatitis B virus, HBV) e HIV, la steatosi e lo stato di immunodepressione rappresentano i principali cofattori associati con la progressione della fibrosi e lo sviluppo della cirrosi. In pazienti con cirrosi, l'incidenza dell'epatocarcinoma è del 2-5% per anno. Al momento, la cirrosi HCV-relata è la prima causa di trapianto di fegato.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina