Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Settembre;50(3) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Settembre;50(3):239-52

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Settembre;50(3):239-52

GASTROESOPHAGEAL REFLUX DISEASE 

Endoscopic therapy for gastroesophageal reflux disease: a systematic review

D. A. Johnson

La terapia endoscopica si è affermata come un'alternativa terapeutica per i pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo sintomatica, che sono alla ricerca di un trattamento di tipo non farmacologico e non chirurgico. Attualmente, esistono 3 principali categorie di opzioni terapeutiche per via endoscopica: l'ablazione mediante radiofrequenza, la sutura per via endoscopica e l'iniezione per via endoscopica. Gli studi clinici più importanti condotti fino a oggi hanno ampiamente dimostrato l'efficacia della terapia, relativamente a precisi obiettivi di controllo dei sintomi, di qualità della vita con malattia da reflusso gastroesofageo e di sospensione dei farmaci per la secrezione acida; tuttavia è stato osservato un miglioramento meno significativo nei parametri oggettivi del controllo del pH e della pressione dello sfintere esofageo inferiore. Sebbene i dati in favore di queste procedure si siano dimostrati favorevoli, la loro estrapolazione finalizzata a estendere l'utilizzo clinico è stata limitata dalla relativa mancanza di studi controllati con placebo, attualmente in corso di esecuzione per tutte le terapie disponibili. Un'appropriata selezione dei pazienti candidati alla terapia per via endoscopica della malattia da reflusso gastroesofageo è di fondamentale importanza; al momento attuale queste terapie presentano i migliori risultati clinici nei pazienti che rispondono alla terapia farmacologia con un inibitore della pompa protonica. Il rapporto rischi/benefici, l'affidabilità a lungo termine e il risparmio economico devono essere presi in considerazione in tutti i pazienti candidati a ciascuna delle terapie endoscopiche della malattia da reflusso gastroesofageo.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina