Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Giugno;50(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Giugno;50(2):143-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica

Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Trimestrale

ISSN 1121-421X

Online ISSN 1827-1642

 

Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Giugno;50(2):143-8

 ARTICOLI ORIGINALI

What do heartburn sufferers expect from proton pump inhibitors when prescribed for the first time?

Kamolz T., Pointner R.

Obiettivo. Sulla base di quanto affermato in diversi consensus report, gli obiettivi ufficiali del trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo sono rappresentati dalla correzione dei sintomi, dalla guarigione dell'esofagite, dalla prevenzione delle complicanze e dalla prevenzione delle recidive di malattia. L'obiettivo del presente studio consiste nella valutazione delle aspettative riferite dai pazienti affetti da pirosi retrosternale in occasione di un 1° esame endoscopico, nei confronti della prescrizione di un farmaco inibitore della pompa protonica, anche in relazione agli obiettivi terapeutici ufficiali.
Metodi. Un gruppo di 91 pazienti è stato inviato presso la Divisione di Gastroenterologia del Public Hospital di Zell am See per un 1° esame endoscopico, in seguito alla comparsa di sintomi ricorrenti di malattia da reflusso gastroesofageo. Tutti i pazienti (59 di sesso maschile e 32 di sesso femminile), che presentavano un'età media di 44,8 anni (range 28-63 anni), avevano in precedenza assunto farmaci da banco e/o avevano modificato lo stile di vita e il regime dietetico a scopo terapeutico. In seguito all'esame endoscopico e alla prescrizione medica, a tutti i pazienti è stato semplicemente chiesto quali aspettative riponessero nella terapia con i farmaci inibitori della pompa protonica, che erano stati loro prescritti (tecnica in aperto).
Risultati. Sull'intero campione in esame, solamente 4 pazienti (4,4%) non hanno manifestato alcun tipo di aspettativa nei confronti della terapia antireflusso prescritta. Le principali aspettative riferite sono state: 1) miglioramento (61%) o scomparsa (33%) dei sintomi percepiti; 2) guarigione dell'esofagite (50%); 3) ritorno alla normalità della vita quotidiana e miglioramento della qualità della vita, nel 46% e nel 44% dei pazienti, rispettivamente. Il 36% dei pazienti non si aspettava di assumere un'ulteriore terapia in seguito a questo trattamento iniziale e il 34% non si aspettava alcun effetto collaterale dal trattamento con farmaci inibitori della pompa protonica.
Conclusioni. Le principali aspettative dei pazienti sottoposti a terapia con farmaci inibitori della pompa protonica presentano una correlazione con i sintomi da essi percepiti, un miglioramento della qualità della vita, la guarigione dell'esofagite e un'efficacia a lungo termine della terapia. La maggior parte delle aspettative manifestate dai pazienti sono in relazione con gli obiettivi terapeutici ufficiali, ma alcuni aspetti, in particolare la qualità della vita e le normali attività della vita quotidiana, dovrebbero essere presi in debita considerazione tra le finalità terapeutiche.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina