Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Marzo;50(1) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Marzo;50(1):97-102

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2004 Marzo;50(1):97-102

lingua: Italiano

Frequenza di ricovero ospedaliero nei pazienti con rettocolite ulcerosa grave durante terapia di mantenimento con azotioprina

Actis G. C., Rossetti S., Rizzetto M., Fadda M., Palmo A


PDF  


Obiettivo. Analizzare il decorso della storia clinica di pazienti con rettocolite ulcerosa in corso di terapia di mantenimento con azatioprina, farmaco del quale non è ancora stata dimostrata l'efficacia nel modificare la storia naturale della patologia.
Metodi. Sono stati esaminati con modalità retrospettiva i dati riguardanti la frequenza di ospedalizzazione in pazienti affetti da rettocolite ulcerosa, seguiti tra il 1991 ed il 2000 presso una struttura di Day-Hospital di Gastroenterologia. La storia di malattia di questi pazienti è stata suddivisa in due periodi: prima e dopo un evento indice, da noi individuato nell'inizio di una terapia di mantenimento con azatioprina; ciò ha permesso di ricercare un'eventuale variazione del decorso clinico nel periodo successivo ad esso. I pazienti sono stati il controllo di se stessi.
Risultati. Diciassette pazienti sono risultati idonei all'analisi. La remissione dall'episodio acuto (attacco grave di rettocolite ulcerosa) venne indotta in 14 di essi con ciclosporina orale od endovenosa, nei rimanenti 3 attraverso un tradizionale ciclo di steroidi. La terapia di mantenimento con azatioprina, intrapresa in tutti i pazienti tranne uno (incluso per intention-to-treat), ebbe come esito una riduzione degli eventi di ricovero ospedaliero, che passarono da una media di 2,12±0,69 nei 4,2±4,3 anni precedenti di storia clinica ad una media di 0.12±0.33 nei successivi 5,8±2,5 anni di follow-up (p=0,000).
Conclusioni. I pazienti in corso di terapia di mantenimento con azatioprina vanno incontro ad un minor numero di recidive necessitanti di ricovero ospedaliero per la loro gestione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail