Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 Giugno;48(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 Giugno;48(2):195-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 Giugno;48(2):195-8

FIRST WORKSHOP ON HELICOBACTER PYLORI 

Il carcinoma gastrico. Le nuove frontiere della terapia chirurgica

Fronda G. R., Garino M., Bertotti E., Marchigiano E., Avagnina G.

Gli Autori confrontano la loro esperienza nel trattamento chirurgico del carcinoma gastrico con i dati della Letteratura; la resezione gastrica allargata associata alla linfoadenectomia estesa D2 sembrano aumentare la sopravvivenza a 5 anni senza incrementare la morbilità e la mortalità. La nostra casistica è di 258 pazienti con diagnosi di adenocarcinoma; 249 sono stati operati, di cui 139 con intento radicale. La resezione gastrica allargata è più sicura ed al contempo ugualmente efficace dal punto di vista oncologico rispetto alla gastrectomia totale in elezione; la linfoadenectomia estesa ha la stessa morbilità della linfoadenectomia D12 associata però ad una migliore stadiazione e sopravvivenza a 5 anni. Le resezioni estese per carcinoma gastrico, quali la pancreatectomia, la splenectomia, l¹esofagectomia, la colectomia e l¹epatectomia non sembrano incrementare la sopravvivenza né migliorare la qualità di vita del paziente neoplastico in stadio IV.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina