Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2):189-94

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  FIRST WORKSHOP ON HELICOBACTER PYLORI


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2):189-94

lingua: Inglese

Molecular alteration of gastric carcinoma

Nardone G., Rocco A., Budillon G.


PDF  


Il cancro gastrico è costituito da due entità istomorfologiche «intestinale» e «diffuso» che differiscono nell¹epidemiologia, patogenesi, manifestazione clinica e profilo genetico. Due distinte vie molecolari di destabilizzazione genomica sono state identificate nella carcinogenesi gastrica: il fenotipo delle mutazione dei microsatelliti (MMP) e il fenotipo associato con l¹instabilità cromosomiale e intracromosomiale (CIN). MMP è dovuto a una alterazione del mismatch repair (MMR) ed è associato a una inattivazione per mutazione; questa condizione è stata identificata come instabilità dei microsatelliti (MIN). CIN è caratterizzata da riarrangiamenti cromosomiali e perdite o guadagni di cromosomi, che possono indurre attivazione di oncogeni e/o inattivazione di geni soppressori. Alcune evidenze suggeriscono che l¹alterazione del MMP, aneuploidia del DNA e espressioni dei prodotti di geni correlati al cancro sono marker precoci della trasformazione cellulare, e possono servire a identificare la via genetica che porta al carcinoma gastrico. Inoltre, la mancanza di una chiara base genetica conduce a considerare che il cancro gastrico possa essere il risultato dell¹esposizione a fattori ambientali. L¹infezione da Helicobacter pylori è una delle più frequenti del mondo ed è considerata un importante fattore di rischio ambientale associato al cancro gastrico sporadico. L¹esposizione delle cellule epiteliali gastriche all¹H. pylori conduce alla formazione di specie reattive all¹ossigeno e aumenta i livelli inducibili dell¹enzima ³nitric oxide synthase² che potrebbe condurre a alterazioni genetiche e indi al cancro in un sottogruppo di soggetti predisposti. In conclusione il cancro gastrico è il risultato di una cooperazione di fattori genetici e ambientali. Le nuove tecnologie per l¹analisi molecolare saranno utili per capire il rischio individuale e trovare nuove strategie di cura biologiche e terapeutiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail